Skip to content

La città della Vittoria: è la città della Maratonina

Carissimi runner…

Infili le scarpe e cominci a correre, senza volerlo ti trovi in una via che si chiama “via Vittorio Veneto”, in tutte le città e comuni d’Italia c’è una strada dedicata a questa città. La città della Vittoria.

Perché è proprio con la battaglia di Vittorio Veneto che si è conclusa la prima Guerra Mondiale. Era tra il 24 ottobre e il 3 novembre 1918, l’esercito italiano supportato dagli alleati respinse l’esercito austro-ungarico sigillando la fine della prima guerra e l’inizio della pace.

OGGI VI CONDUCIAMO ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA DELLA NOSTRA CITTÀ

Alla pace e ai caduti è ispirato il MONUMENTO davanti al quale partirà la Maratonina della Vittoria, 

ma tutta la città racconta nelle sue vie, nei suoi edifici e con le sue fontane i giorni che portarono alla Battaglia di Vittorio Veneto.
In tutti quei luoghi troverete dei pannelli informativi realizzati anche in collaborazione con la Maratonina della Vittoria.

Si tratta di una vera MOSTRA DIFFUSA che racconta in 23 tappe, con immagini d’epoca e testi in due lingue, la vita della città fino alla Battaglia che la vide protagonista. 

A Ceneda di Vittorio Veneto si può visitare il MUSEO DELLA BATTAGLIA ospitato nell’antica Loggia. Il recentissimo restauro ha reso la visita interessante sia per gli adulti che per i più giovani che verranno coinvolti dall’allestimento scenografico e interattivo.

Il museo è un percorso nella storia tra reperti, documenti, stampe e fotografie tra cui la collezione di immagini stereoscopiche di Luigi Marzocchi operatore fotografico del Comando Superiore Italiano. 

https://www.museivittorioveneto.it/museo_della_battaglia.html

Un’altro pezzo di storia legato alla Grande guerra è racchiuso in uno scrigno prezioso, è il PALAZZO MINUCCI-DE CARLO che fu dimora del primo 007 italiano, Camillo De Carlo medaglia d’oro al valore militare durante la prima guerra mondiale nel Corpo Aeronautico per la sua opera di coordinamento al di là delle linee nemiche. Il palazzo fatto costruire dal Vescovo di Zara Minuccio Minucci, divenne nelle mani e nell’estro artistico del De Carlo un ricco museo, dove accanto alle opere d’arte e alle fantasiose collezioni di oggetti preziosi raccolti nella sua carriera militare e diplomatica in giro per il mondo, si possono ammirare le stanze e le suppellettili della quotidianità di una residenza prestigiosa. 

http://www.palazzominuccidecarlo.it

Vittorio Veneto oltre ad essere la città della Vittoria è una città nata da due antichissimi comuni che oggi costituiscono i suoi centri storici ricchi di arte, castelli e natura.

Seguici e la scoprirai!

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su email
Email