Monte Pizzoc, storia e curiosità di uno scenario prealpino

Buongiorno Web Runners!

Oggi è di scena il Monte Pizzoc, location insostituibile della 2.9 VERTIKAL PIZZOC che si svolgerà il 01 Novembre 2018, arrivata con successo alla sua 5° edizione.

Se non ti sei ancora iscritto o vuoi più informazioni sulla gara, visita il sito www.vertikalpizzoc.it e goditi questa extreme challenge con la natura come protagonista o, perché no, come spettatore!

Il Monte Pizzoc con un’altitudine di 1565m è una delle vette più elevate delle Prealpi Trevigiane, il suo nome deriva infatti dal cimbro “Spitz Hoch” ovvero “Cima Alta”. E’ lo scenario ideale per affrontare una sfida impegnativa, oltre che per la bellezza dei paesaggi anche perché racchiude una storia importante.

Ripercorrendo il tragitto che porta da La Briglia, località a sud del Monte, fino in cima al rifugio “Città di Vittorio Veneto” ricalcheremo il terreno in cui molti dei nostri nonni, allora giovani, hanno lottato per la liberazione sfidando le avversità della natura e l’assurdità della guerra.

Stiamo parlando degli anni dal 1943 al 1945, un momento storico decisivo per l’Italia e per il mondo intero, e se ci riflettiamo, un momento non così distante dal presente.

Proprio sul Pizzoc, c’è un sentiero dedicato a William Bernard Berry, un tenente americano che durante la seconda guerra mondiale si trovò a combattere al fianco dei partigiani del Cansiglio.

In questo periodo autunnale, il bosco di faggi si colora di sfumature giallo-rosse e accoglie numerose specie di volatili. Le distese prative invece sono popolate da cervi e cinghiali, e non è raro imbattersi in qualche incontro piacevole e inaspettato.

A partire dal 1962, durante il periodo della guerra fredda, il Pizzoc è stato scelto per l’insediamento di una base militare di controllo radar, che fungeva tra l’altro da collegamento con la base di lancio ubicata a Pian del Cansiglio. La base è stata poi chiusa operativamente nel 1977 e abbandonata definitivamente dopo un paio d’anni.

Vicino al rifugio Città di Vittorio Veneto si può ancora notare una cava a cielo aperto dalla quale, fino al secondo dopoguerra, si estraevano cemento e calce utilizzati poi nelle storiche “fornaci di sopra” nella Stretta di Serravalle, e nel “cementificio di sotto” a Sant’Andrea. Quest’ultimo era collegato alla cima da una lunga teleferica alla quale si agganciavano i vagoni di ferro per il trasporto del materiale.

Per i runners che arrivano da lontano, suggeriamo la visita alle scenografiche Grotte del Caglieron, nella località Breda di Fregona e all’impressionante Bus de la Lum, a Pian del Cansiglio nel versante nord est del Monte Pizzoc, giusto al confine con il Friuli Venezia Giulia.

L’invito a partecipare all’evento 2.9 Vertikal Pizzoc è quindi rivolto sia agli Extreme Runners più tenaci, sia a coloro che vogliono apprezzare le bellezze di una natura ricca e rilassante, in un contesto intriso di storia e di vita Prealpina Trevigiana.

Buona corsa a tutti!

Viaggio tra i paesi di Eroica15-18 Marathon

lago_revine_eroica15-18_viaggio

Nel precedente articolo abbiamo parlato della Storia che ha coinvolto i paesi toccati da Eroica 15-18 Marathon, oggi vogliamo descrivere la bellezza e il fascino di questi luoghi.

Vi portiamo con noi, alla scoperta delle molteplici anime di questi territori, che raccontano di arte, tradizione, cultura, enogastronomia e molto altro.

La partenza dal centralissimo Viale della Vittoria a Vittorio Veneto, spinge veloci gli atleti attraverso i due centri storici della città, fino a Ceneda con la sua antica Piazza della Cattedrale, il Museo della Battaglia e  la Cattedrale di di Santa Maria Assunta, dove sono conservate le spoglie di San Tiziano. Si farà ritorno poi verso nord, a Serravalle, caratterizzata dalla straordinaria bellezza ed eleganza dei palazzi in stile veneziano, il Duomo a Serravalle e dell’affascinante piazza Flaminio. Piazza_Flaminio_Vittorio_Veneto_Eroica15-18_Viaggio

La gara dimostra fin da subito la sua unicità e bellezza e tra alcuni saliscendi, punterà verso Revine Lago. Qui il percorso si immergerà nella natura e costeggerà i due bellissimi laghi di Santa Maria e Lago, fino a raggiungere Cison di Valmarino, uno dei borghi più belli d’Italia. Oltre al fascino indescrivibile del suo piccolo borgo, Cison di Valmarino, è un ottimo punto di partenza per escursioni e passeggiate nella cornice prealpina nella Marca Trevigiana. Oltre alla vista del magnifico CastelBrando, questo bellissimo angolo di terra trevigiana, offre ai suoi visitatori itinerari di ogni tipo e di ogni grado di difficoltà da percorrere a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Da qui Eroica15-18 Marathon prosegue verso Follina, conosciuta per la sua  Abbazia di Santa Maria detta anche di Sanavalle, che con la sua facciata è uno fra i migliori esempi di gotico cistercense nel Veneto. A Follina troviamo anche il Sacrario Austroungarico nato durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917 in appoggio allo Feldspital 1505.

Dopo Follina il percorso rientra verso Vittorio veneto e si immerge nelle suggestive colline simbolo della viticoltura eroica, con le viti che si inerpicano sulle dorsali.

Qui i colori e i profumi unici lasciano a bocca aperta. Lembi di terra ricchi di fascino, ma anche di persone che con il loro lavoro, dedizione e  passione amano la loro terra e i suoi frutti. Siamo infatti nelle “Terre del Prosecco” divenute ormai il simbolo del nostro territorio in tutto il mondo. Qui il Prosecco è Re! Vino e vitigno che ha avuto un ruolo importante nella crescita socio-economica e di valorizzazione culturale del nostro Paese negli ultimi vent’anni . Un territorio in cui i vigneti e le cantine sono i protagonisti indiscussi, e dove si possono assaggiare prelibatezze gastronomiche di lunga tradizione, accompagnate, neanche a dirlo, da un ottimo bicchiere di vino!

colline_trevigiane

A questo punto la gara ha superato la metà del percorso e giunti così al 26° Km ci troviamo sul punto cruciale di questa maratona: la “Salita degli Eroi”. Una salita di 1,5 Km con circa 100 metri di dislivello, non durissima, che metterà però a dura prova le gambe, la tenacia e lo spirito degli atleti.  Arrivati in cima però, una volta raggiunta la località di Zuel, il panorama e gli scorci mozzafiato che si apriranno davanti ai nostri occhi, sapranno ripagare ogni sforzo. Dopo il 31° Km le salite potranno dirsi concluse, e si scenderà fino a Tarzo, si costeggeranno ancora una volta i laghi, per far rientro a Vittorio Veneto e tagliare il traguardo.

 

Non perdere l’occasione: fai parte anche tu di Eroica 15-18; un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che festeggeremo insieme il prossimo 18 marzo 2018. Eroica15-18 marathon : il percorso più bello del mondo!

 

Vieni a trovarci sul sito maratoninadellavittoria.it e iscriviti alla nostra Newsletter. Ti aggiorneremo su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica 15-18.

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

 

EROICA15-18: il Percorso e la sua Storia

eroica15-18_museo_della_battaglia_vittorio_veneto

Continuiamo il nostro Viaggio alla scoperta di Eroica15-18 Marathon. Oggi andiamo a scoprire la Storia e i luoghi più rappresentativi toccati dal percorso della maratona che si svolgerà il prossimo 18 marzo 2018.

In questo articolo sottolineiamo l’importanza storica e la bellezza artistica di luoghi, monumenti, edifici, eventi importanti che hanno segnato, ma anche arricchito questi bellissimi luoghi.

eroica15-18_retrovie_austroungariche_piazza_Flaminio
Retrovie austroungariche in Piazza Flaminio

Eroica15-18 Marathon attraversa un percorso tematico del territorio trevigiano fondamentale per le vicende della Grande Guerra. La partenza e l’arrivo della gara si terranno a Vittorio Veneto, teatro della battaglia che pose fine al conflitto nell’ottobre 1918. Il percorso cittadino si snoda attraverso le località di Ceneda, Meschio e Serravalle dove furono allestiti tre ospedali militari a seguito della disfatta di Caporetto, toccherà la Loggia del Cenedese che ospita il Museo della Battaglia, e numerosi palazzi storici (Villa Costantini, Villa Croze, Villa Grunwald, Villa Papadopoli, Castello di Serravalle, Palazzo Lucheschi – Czarnocki, Palazzo Minucci De Carlo) che divennero sede dell’alto comando della VI Armata austro-ungarica durante l’Occupazione dal 1917 alla fine del conflitto.

eroica15-18_marathon-percorso_castelbrando
Castelbrando, Cison di Valmarino

Superata la stretta di Serravalle, il percorso segue il tracciato delle retrovie austroungariche, seguendo la tratta ferroviaria a scartamento ridotto che trasportava munizioni e materiali da Vittorio Veneto verso Pieve di Soligo e il fronte del Montello. Si snoda lungo la vallata dei laghi di Revine e Lago giungendo a Tovena, punto strategico di comunicazione tra le retrovie del Grappa con le retrovie del Piave: infatti in soli 100 giorni i Pionieri austriaci costruirono un’arditissima strada carrozzabile che si dipana in cinque tornanti sovrapposti in galleria, un vero capolavoro ingegneristico. Il percorso della Eroica15-18 Marathon costeggia l’Aerocampo Flik 52 di Tovena e prosegue verso Mura e Cison di Valmarino dove il castello dei Conti Brandolini d’Adda domina visivamente la Valsana in perfetto dialogo con il borgo storico di Cison; Castelbrando divenne residenza di ufficiali e luogo di ricovero dei feriti provenienti dal fronte.

 

eroica15-18_strada_dei_100_giorni
La strada dei 100 Giorni, Tovena

Si entra quindi a Valmareno, dove furono accampati il 56° Fucilieri, e in successione a Follina affiancando la bellissima Abbazia di S.Maria: lo storico monumento fu raggiunto da alcuni colpi di cannone che ne sfondarono il tetto e fecero crollare parte del lato orientale della chiesa. Il refettorio, risalente al XIII secolo, fu distrutto per trarne legna. Altro elemento di rilievo presente a Follina è il Feldspital 1505, l’ospedale militare austriaco allestito presso l’ex lanificio Andretta.

Usciti dal centro abitato si costeggia il Sacrario Austro–Ungarico di Follina che nasce durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917. Oggi in questo cimitero militare riposano oltre ottocento soldati di Austria, Ungheria, Cechia, Germania, Polonia, Slovacchia, Romania, Bosnia – Erzegovina, Croazia, Slovenia, Ucraina, ed Italia.

Il rientro del circuito della Eroica15-18 Marathon si mantiene in quota lungo il crinale morenico che collega le caratteristiche località di Zuel di Qua, Zuel di Là, Reseretta, Resera, Tarzo, con ampi panorami sulla Valsana e i suoi laghi e ridiscende poi dolcemente attraverso Colmaggiore, Revine, Longhere e Serravalle per giungere in Piazza del Popolo a Vittorio Veneto con l’arrivo posto in corrispondenza del bronzeo Monumento ai Caduti di Augusto Murer.

Eroica15-18 un evento unico anche per la ricorrenza dei 100 Anni dalla Vittoria della Grande Guerra. Un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che vuole celebrare. Per non dimenticare, per guardare oltre la Vittoria e ritrovare il valore della Pace.

E la Storia continua… restate aggiornati su maratoninadellavittoria.it !

Segui i nostri eventi e le nostre novità iscrivendoti alla newsletter!

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

 

Eroica 15-18 and the Prosecco’s lands: the pleasure of sport and wine

Terre_del_Prosecco_eroica15-18_Vittorio-Veneto

On the 18th March 2018, in Vittorio Veneto, we will run Eroica 15 – 18, one of the best marathons within Italy. Although the start and the arrival of the marathon are going to be in Vittorio Veneto, Eroica 15-18 is going to pass through the municipalities of Revine Lago, Cison di Valmarino, Follina and Tarzo; Together with all its participants, thus, it is going to run throughout the Prosecco’s birthplaces.

Beautiful villages with wonderful landscapes, with an ancient and developed agricultural, touristic, food and wine tradition. In the last period these lands acquired a new merit: having applied in April 2107 and having then been attentively evaluated by Aces Europe, Vittorio Veneto together with 37 other municipalities of the “Terre del Prosecco” (“lands of Prosecco”) became  “European Community of Sport” 2018.
The nomination awarded was spread with a great satisfaction by the whole administrative sections of the municipalities adhering to the project. Such an award for 38 municipalities between the provinces of Treviso and Pordenone is the result of an important work of collaboration, brought about with strong resolution.  Prosecco_eroica15-18

The 38 municipalities have a common purpose: that of promoting sports and tourism in their area. Every year, in Europe, a European “Capital of Sport” is designated: in 2018 it is going to be Sofia, in Bulgaria. Each state might have at most two “Communities of Sport”.

The project was financed by important sponsors as “Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG” and “Consorzio di Tutela Denominazione di Origine Controllata Prosecco”.

Prosecco is, in fact, a wordly  renown symbol of those lands and, in the last 20 years, it gave an influential push to the Italian economic growth. In particular, the two sponsors helped in promoting a sustainable growth together with enriching international sport-tourism.

 

It is the first time for this wide territory in Italy to reach such a remarkable result! 2 Regions, 2 Provinces, 38 municipalities and almost 300 thousands inhabitants brought together by  shared traditions and a common culture, as well as by a sportsmanship which is mostly developed and sustained by voluntary work.

 

Indeed, the precious presence of sportive associations is a prominent feature of the dossier: they believe in and spread fundamental values such as sharing, solidarity, a healthy life-style, sport as “school of life”, the idea of an “other” as oneself, teamwork and passion.

 

The title of “Community of Sport” will surely benefit the sportive activities,  thus strengthening the promotion of all those values.

territorio_prosecco_eroica15-18

From these strong base arouse the collaboration between the 4 sportive associations in Vittorio Veneto, which gave birth to Eroica 15-18:Scuola di Maratona, Atletica Vittorio Veneto, Libertas Vittorio Veneto and Nuova Atletica San Giacomo.

A journey together, a journey through History; a Journey with people and sport! Come visit us at maratoninadellavittoria.it!

Sign up for our Newsletter to get the latest updates on our events!

[contact-form-7 404 "Non trovato"]