Eroica15-18: il percorso più bello del Mondo

eroica15-18_marathon_il_percorso_più_bello_del_mondo

Molti amici ci stanno chiedendo sempre più informazioni sul percorso della Eroica15-18 Marathon. Eccovi un resoconto dettagliato sulle caratteristiche di quello che è per noi di Eroica15-18: il “Percorso più bello del Mondo” con partenza e arrivo a Vittorio Veneto.

La partenza verrà data dal centralissimo Viale della Vittoria, e si scenderà subito in direzione sud verso Ceneda. Si ritornerà poi verso la partenza, oltrepassando il centro storico di Serravalle e si salirà dolcemente verso la vallata dei laghi di Revine. Per i primi 5 km quindi si affronteranno dei dolcissimi saliscendi.

Prendendo poi la strada che porta verso Revine Lago, si salirà con pendenza dolce ma costante, fino al 9° chilometro. Questa è da considerarsi la prima delle due salite importanti del percorso. Nel Comune di Revine Lago si passerà attraverso i centri storici delle borgate di Revine, Santa Maria, Lago e Sottocroda. Si ritornerà quindi verso il 15° chilometro sulla strada principale che, attraversando i borghi di Soller e Mura, costeggia il fiume Soligo e arriva fino a Cison di Valmarino. Qui si entrerà nel centro storico.

Da questo punto in poi si incontreranno piacevoli saliscendi, lungo vecchie stradine asfaltate in mezzo ai borghi. Seguendo la strada provinciale poi fino al 21° chilometro, si arriverà in corrispondenza del paese di Valmareno. Ci sarà a questo punto, qualche breve tratto sterrato in mezzo alla campagna. Il fondo però è molto compatto e piano. Si uscirà di nuovo sulla strada principale per lasciarla subito dopo per una deviazione in direzione Valmareno: si incontrerà dapprima una leggera discesa di 2km fino a Follina e poi fino al 26°km ancora dolci saliscendi.

Oltrepassato il centro storico di Follina con la sua bellissima Abbazia, si prosegue sulla pista ciclabile in direzione della Chiesa Madonna delle Grazie, prima di intraprendere la salita che porta alla Chiesa di Santa Lucia sul bivio di Zuel di Qua.

eroica15-18_laghi_revine_il_percorso_più_bello_del_mondo_18-marzo-2018

Al 26° km inizia il punto cruciale della Eroica15-18 Marathon: inizierà la “Salita degli Eroi”, non così ripida ma comunque impegnativa, perchè a questo punto saremo già oltre metà gara. Il dislivello è di circa 100 metri da percorre in 1,5 km. Anche se le gambe potranno “sentire” un po’ questa salita, lo sforzo verrà ripagato un volta arrivati in cima, grazie alla vista di panorami incantevoli.  Da qui in avanti si percorrerà la strada sulla cresta della collina, con panorami unici e spettacolari sulle colline e sulle prealpi trevigiane. Si attraverseranno le località di Zuel di La, Resera e Reseretta, fino a scendere a Tarzo. Dal 31° km in avanti le salite possono dirsi concluse e si potranno lasciar correre le gambe lungo discese sempre più dolci fino al traguardo.

Si godrà nuovamente della vista dei Laghi di Revine sul versante opposto rispetto all’andata e passando poi per gli antichi lavatoi, il percorso risalirà  di nuovo sulla strada provinciale che scende verso Vittorio Veneto. Da questo punto in poi l’Eroica15-18 MArathon, ripercorre a ritroso il tracciato dell’andata per ritornare in centro a Vittorio Veneto dove sarà posto l’arrivo sullo stesso punto della partenza.

Il dislivello totale è di circa 600 mt. Il percorso della Eroica15-18 Marathon è un po’ più impegnativo rispetto ad una classica maratona pianeggiante. Ma l’ambiente in cui sono immerse le sue strade, gli antichi borghi, gli scorci sui laghi e i panorami sono un ricchissimo premio per gli occhi e l’animo degli Eroi che lo affronteranno.Analizzando il profilo altimetrico, risalta agli occhi che la seconda parte di gara sarà in discesa e ciò permetterà di affrontare con maggiore tranquillità le difficoltà che la Maratona presenta agli atleti solitamente dal 30° km in poi.

Eroica15-18 Marathon è nata per commemorare i 100 anni dalla Vittoria della Grande Guerra e anche per valorizzare ed esaltare le ricchezze paesaggistiche, eno-gastronomiche e le tradizioni dei nostri paesi e borghi. Luoghi ideali per correre proprio per la naturalezza dei percorsi ed il loro particolare fascino.

eroica15-18_vittorio_veneto_vallata_sole_tramonto

Vi aspettiamo numerosi a Vittorio Veneto il prossimo 18 Marzo 2018.

Venite a trovarci sul sito maratoninadellavittoria.it e iscrivetevi alla nostra Newsletter. Vi aggiorneremo su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica 15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Tutto il fascino della corsa in Montagna

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_Visentin_montagna_belluno_treviso

“Quanto monotona sarebbe la faccia della terra senza le montagne”. Immanuel Kant

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_cansiglio_montagna_belluno_treviso

È iniziato il conto alla rovescia! Mercoledì 1° Novembre partirà uno dei più avvincenti appuntamenti di corsa in montagna: la 4° Edizione del 2.9 Vertikal PizzocLa corsa, organizzata dal Comitato Maratonina della Vittoria e dalla Pro Loco di Fregona, è inclusa nel vasto programma degli Eventi di Eroica 15-18.
La partenza è fissata per le ore 10:00 in località La Briglia nel comune di Fregona (TV). Il 2.9 Vertikal Pizzoc è una gara di corsa in montagna sulla distanza di 2,9 Km e 1000 mt di dislivello positivo. Si sviluppa interamente su sentiero alpino interessando il versante sud del Monte Pizzoc; ultimo baluardo delle prealpi bellunesi.
Il monte si eleva per 1570 mt e fa parte del Gruppo Col Nudo Cavallo. È un ottimo punto panoramico dal quale si possono osservare i Monti dell’Alpago, la dorsale del Col Visentin e del Monte Cesen e i laghi di Revine e di Santa Croce.

Nelle giornate più limpide la vista arriva fino al golfo di Trieste e ai colli Euganei, passando per la laguna di Venezia. Uno spettacolo da non perdere!

“Chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna.” Walter Bonatti

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_montagna_belluno_treviso

Correre in montagna ti fa sentire libero. Correre immerso nella natura è sicuramente un’esperienza appagante che devi provare almeno una volta nella tua vita! Con la sua bellezza semplice e allo stesso tempo disarmante la montagna ti porta lontano dai rumori del traffico e e ti avvolge in un maestoso scenario in continuo cambiamento. Una sorpresa continua!
La montagna è un’occasione per sfidare te stesso, per riconoscere i tuoi limiti e provare a superarli. Quando arrivi in cima la sensazione che provi è di aver conquistato qualcosa di importante: forse qualcosa di te stesso di cui ancora non eri cosciente. Perché la tua volontà è stata più forte delle difficoltà che hai incontrato lungo il percorso.

Quando raggiungi la vetspitiro trail_io non getto i miei rifiutita non conta più niente, è come se ti dimenticassi di tutto il resto! Lasciati trasportare dall’entusiasmo e dalla voglia di superare i tuoi limiti. Tutti quanti vorremmo sentirci degli eroi anche solo per un giorno: questa è la tua occasione!

Un ultima notizia però importantissima: il Vertikal Pizzoc aderisce alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI” promossa da Spirito Trail e rivolta ad atleti e organizzatori, per tutelare l’ambiente e la natura. Gli organizzatori come in tutte le altre manifestazioni aderenti alla campagna saranno inflessibili: tutti i concorrenti colti a gettare rifiuti sul percorso saranno squalificati.

Non perdetevi le prossime News di Eroica15-18. Iscrivetevi alla nostra Newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Viaggio tra i paesi di Eroica15-18 Marathon

lago_revine_eroica15-18_viaggio

Nel precedente articolo abbiamo parlato della Storia che ha coinvolto i paesi toccati da Eroica 15-18 Marathon, oggi vogliamo descrivere la bellezza e il fascino di questi luoghi.

Vi portiamo con noi, alla scoperta delle molteplici anime di questi territori, che raccontano di arte, tradizione, cultura, enogastronomia e molto altro.

La partenza dal centralissimo Viale della Vittoria a Vittorio Veneto, spinge veloci gli atleti attraverso i due centri storici della città, fino a Ceneda con la sua antica Piazza della Cattedrale, il Museo della Battaglia e  la Cattedrale di di Santa Maria Assunta, dove sono conservate le spoglie di San Tiziano. Si farà ritorno poi verso nord, a Serravalle, caratterizzata dalla straordinaria bellezza ed eleganza dei palazzi in stile veneziano, il Duomo a Serravalle e dell’affascinante piazza Flaminio. Piazza_Flaminio_Vittorio_Veneto_Eroica15-18_Viaggio

La gara dimostra fin da subito la sua unicità e bellezza e tra alcuni saliscendi, punterà verso Revine Lago. Qui il percorso si immergerà nella natura e costeggerà i due bellissimi laghi di Santa Maria e Lago, fino a raggiungere Cison di Valmarino, uno dei borghi più belli d’Italia. Oltre al fascino indescrivibile del suo piccolo borgo, Cison di Valmarino, è un ottimo punto di partenza per escursioni e passeggiate nella cornice prealpina nella Marca Trevigiana. Oltre alla vista del magnifico CastelBrando, questo bellissimo angolo di terra trevigiana, offre ai suoi visitatori itinerari di ogni tipo e di ogni grado di difficoltà da percorrere a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Da qui Eroica15-18 Marathon prosegue verso Follina, conosciuta per la sua  Abbazia di Santa Maria detta anche di Sanavalle, che con la sua facciata è uno fra i migliori esempi di gotico cistercense nel Veneto. A Follina troviamo anche il Sacrario Austroungarico nato durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917 in appoggio allo Feldspital 1505.

Dopo Follina il percorso rientra verso Vittorio veneto e si immerge nelle suggestive colline simbolo della viticoltura eroica, con le viti che si inerpicano sulle dorsali.

Qui i colori e i profumi unici lasciano a bocca aperta. Lembi di terra ricchi di fascino, ma anche di persone che con il loro lavoro, dedizione e  passione amano la loro terra e i suoi frutti. Siamo infatti nelle “Terre del Prosecco” divenute ormai il simbolo del nostro territorio in tutto il mondo. Qui il Prosecco è Re! Vino e vitigno che ha avuto un ruolo importante nella crescita socio-economica e di valorizzazione culturale del nostro Paese negli ultimi vent’anni . Un territorio in cui i vigneti e le cantine sono i protagonisti indiscussi, e dove si possono assaggiare prelibatezze gastronomiche di lunga tradizione, accompagnate, neanche a dirlo, da un ottimo bicchiere di vino!

colline_trevigiane

A questo punto la gara ha superato la metà del percorso e giunti così al 26° Km ci troviamo sul punto cruciale di questa maratona: la “Salita degli Eroi”. Una salita di 1,5 Km con circa 100 metri di dislivello, non durissima, che metterà però a dura prova le gambe, la tenacia e lo spirito degli atleti.  Arrivati in cima però, una volta raggiunta la località di Zuel, il panorama e gli scorci mozzafiato che si apriranno davanti ai nostri occhi, sapranno ripagare ogni sforzo. Dopo il 31° Km le salite potranno dirsi concluse, e si scenderà fino a Tarzo, si costeggeranno ancora una volta i laghi, per far rientro a Vittorio Veneto e tagliare il traguardo.

 

Non perdere l’occasione: fai parte anche tu di Eroica 15-18; un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che festeggeremo insieme il prossimo 18 marzo 2018. Eroica15-18 marathon : il percorso più bello del mondo!

 

Vieni a trovarci sul sito maratoninadellavittoria.it e iscriviti alla nostra Newsletter. Ti aggiorneremo su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica 15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

EROICA15-18: il Percorso e la sua Storia

eroica15-18_museo_della_battaglia_vittorio_veneto

Continuiamo il nostro Viaggio alla scoperta di Eroica15-18 Marathon. Oggi andiamo a scoprire la Storia e i luoghi più rappresentativi toccati dal percorso della maratona che si svolgerà il prossimo 18 marzo 2018.

In questo articolo sottolineiamo l’importanza storica e la bellezza artistica di luoghi, monumenti, edifici, eventi importanti che hanno segnato, ma anche arricchito questi bellissimi luoghi.

eroica15-18_retrovie_austroungariche_piazza_Flaminio
Retrovie austroungariche in Piazza Flaminio

Eroica15-18 Marathon attraversa un percorso tematico del territorio trevigiano fondamentale per le vicende della Grande Guerra. La partenza e l’arrivo della gara si terranno a Vittorio Veneto, teatro della battaglia che pose fine al conflitto nell’ottobre 1918. Il percorso cittadino si snoda attraverso le località di Ceneda, Meschio e Serravalle dove furono allestiti tre ospedali militari a seguito della disfatta di Caporetto, toccherà la Loggia del Cenedese che ospita il Museo della Battaglia, e numerosi palazzi storici (Villa Costantini, Villa Croze, Villa Grunwald, Villa Papadopoli, Castello di Serravalle, Palazzo Lucheschi – Czarnocki, Palazzo Minucci De Carlo) che divennero sede dell’alto comando della VI Armata austro-ungarica durante l’Occupazione dal 1917 alla fine del conflitto.

eroica15-18_marathon-percorso_castelbrando
Castelbrando, Cison di Valmarino

Superata la stretta di Serravalle, il percorso segue il tracciato delle retrovie austroungariche, seguendo la tratta ferroviaria a scartamento ridotto che trasportava munizioni e materiali da Vittorio Veneto verso Pieve di Soligo e il fronte del Montello. Si snoda lungo la vallata dei laghi di Revine e Lago giungendo a Tovena, punto strategico di comunicazione tra le retrovie del Grappa con le retrovie del Piave: infatti in soli 100 giorni i Pionieri austriaci costruirono un’arditissima strada carrozzabile che si dipana in cinque tornanti sovrapposti in galleria, un vero capolavoro ingegneristico. Il percorso della Eroica15-18 Marathon costeggia l’Aerocampo Flik 52 di Tovena e prosegue verso Mura e Cison di Valmarino dove il castello dei Conti Brandolini d’Adda domina visivamente la Valsana in perfetto dialogo con il borgo storico di Cison; Castelbrando divenne residenza di ufficiali e luogo di ricovero dei feriti provenienti dal fronte.

 

eroica15-18_strada_dei_100_giorni
La strada dei 100 Giorni, Tovena

Si entra quindi a Valmareno, dove furono accampati il 56° Fucilieri, e in successione a Follina affiancando la bellissima Abbazia di S.Maria: lo storico monumento fu raggiunto da alcuni colpi di cannone che ne sfondarono il tetto e fecero crollare parte del lato orientale della chiesa. Il refettorio, risalente al XIII secolo, fu distrutto per trarne legna. Altro elemento di rilievo presente a Follina è il Feldspital 1505, l’ospedale militare austriaco allestito presso l’ex lanificio Andretta.

Usciti dal centro abitato si costeggia il Sacrario Austro–Ungarico di Follina che nasce durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917. Oggi in questo cimitero militare riposano oltre ottocento soldati di Austria, Ungheria, Cechia, Germania, Polonia, Slovacchia, Romania, Bosnia – Erzegovina, Croazia, Slovenia, Ucraina, ed Italia.

Il rientro del circuito della Eroica15-18 Marathon si mantiene in quota lungo il crinale morenico che collega le caratteristiche località di Zuel di Qua, Zuel di Là, Reseretta, Resera, Tarzo, con ampi panorami sulla Valsana e i suoi laghi e ridiscende poi dolcemente attraverso Colmaggiore, Revine, Longhere e Serravalle per giungere in Piazza del Popolo a Vittorio Veneto con l’arrivo posto in corrispondenza del bronzeo Monumento ai Caduti di Augusto Murer.

Eroica15-18 un evento unico anche per la ricorrenza dei 100 Anni dalla Vittoria della Grande Guerra. Un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che vuole celebrare. Per non dimenticare, per guardare oltre la Vittoria e ritrovare il valore della Pace.

E la Storia continua… restate aggiornati su maratoninadellavittoria.it !

Segui i nostri eventi e le nostre novità iscrivendoti alla newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Eroica15-18 Marathon nelle “Terre del Prosecco”

Terre_del_Prosecco_eroica15-18_Vittorio-Veneto

Il prossimo 18 marzo 2018 si correrà a Vittorio Veneto Eroica15-18, una delle più belle maratone d’Italia. Il percorso con partenza e arrivo a Vittorio Veneto, attraverserà i comuni di Revine Lago, Cison di Valmarino, Follina e Tarzo e sarà insieme a tutti i partecipanti, grande protagonista nella patria del Prosecco.

Territori e paesi bellissimi, ricchi dal punto di vista paesaggistico, dalla lunga tradizione contadina, turistica ed eno-gastronomica, che in questi ultimi giorni si sono arricchiti di un ulteriore nota di merito.Dopo la candidatura nello scorso aprile e in seguito ad un’attenta ed approfondita valutazione dei Commissari dell’Aces Europe da qualche giorno è ufficiale: Vittorio Veneto insieme ad altri 37 Comuni che fanno parte delle “Terre del Prosecco” sono Comunità Europea dello Sport 2018.
Il titolo conferito è stato comunicato con grandissima soddisfazione da parte di tutte le amministrazioni comunali che hanno aderito al progetto. Coinvolti 38 comuni delle provincie di di Treviso e Pordenone. Il risultato positivo è stato il grande e coordinato lavoro di squadra, portato avanti con determinazione. Prosecco_eroica15-18

I 38 Comuni si sono uniti in un obiettivo comune: promuovere l’attività sportiva e il turismo nel proprio territorio. Ogni anno in Europa viene designata una Capitale Europea dello Sport, che nel 2018 sarà Sofia in Bulgaria, mentre per ogni Stato ci possono essere, al massimo, due Comunità dello Sport.

Il progetto è stato sostenuto qualità di sponsor il “Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG”, e il “Consorzio di Tutela Denominazione di Origine Controllata Prosecco”.Il prosecco è ormai in tutto il mondo un simbolo delle nostre terre ed ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita economica del Paese degli ultimi vent’anni, e i due consorzi si sono impegnati a promuovere attività di crescita sostenibile e eventi legati al turismo sportivo internazionale.

In Italia è la prima volta in cui un territorio così ampio raggiunge questo importante risultato: 2 Regioni, 2 Province, 38 Comuni, quasi 300 mila abitanti uniti da una tradizione e una cultura comune, e da una pratica sportiva molto diffusa e articolata capillarmente nel grazie principalmente alle attività di volontariato.

Un pilastro del dossier infatti è anche la numerosa e preziosa presenza di associazioni sportive che con il loro sforzi e impegno divulgano valori fondamentali: condivisione, solidarietà, vita sana, sport come scuola di vita, aiuto, la visione dell’”altro” come noi stessi, lavoro di squadra, passione.
Il titolo di Comunità dello Sport darà maggior risalto alla pratica sportiva e alla promozione appunto di questi valori ad essa collegati.territorio_prosecco_eroica15-18

Su queste basi si fonda anche il lavoro e la collaborazione delle 4 associazioni sportive di Vittorio Veneto che hanno dato vita a Eroica15-18: Scuola di Maratona, Atletica Vittorio Veneto, Libertas Vittorio Veneto e Nuova Atletica San Giacomo.Un Viaggio insieme, un viaggio nella Storia, un Viaggio insieme alle persone e allo Sport. Vieni a trovarci su maratoninadellavittoria.it!

Iscriviti alla nostra Newsletter e sarai aggiornato su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Io non getto i miei rifiuti

L’Amore per la corsa non si ferma solo all’atto sportivo, ma va ben oltre e non può prescindere dall’Amore per l’ambiente.

Con fermezza e convinzione Eroica 15-18 aderisce alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI”, campagna promossa da Spirito Trail e rivolta a tutti i veri trailers, atleti ed organizzatori, per tutelare l’Ambiente e la Natura.

Il comitato organizzatore di Eroica15-18 insieme a tutti gli atleti, amici e simpatizzanti di Vittorio Veneto si impegnano a far rispettare il nostro ambiente sul quale ci muoviamo.

La bellezza delle nostre colline, il fascino delle campagne con le loro affascinanti stradine meta di innumerevoli passeggiate e spazio sul quale misuriamo le nostre performance, va rispettato al massimo.

In molte occasioni, durante le gare,  si sono visti e si vedono tuttora sui tracciati, rifiuti lasciati dai partecipanti. Anche Eroica15-18 si impegna a divulgare la cultura della bellezza e del rispetto della Natura della quale tutti godiamo gratuitamente.

Eroica 15-18 ci tiene a sensibilizzare al massimo le persone per far comprendere a tutti che tutte le corse trail, su strada e anche gli allenamenti, non possono prescindere da questa semplice regola: nessun rifiuto va gettato a terra!

Attenzione quindi atleti, joggers e amanti del walking, il regolamento di adesione alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI” prevede la squalifica per chi getta rifiuti a terra: atleti avvisati, mezzi salvati!!!

[Foto di copertina by Brian Erikson from Unsplash]

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]