Coop City Run: corri in libertà a Vittorio Veneto

little_COOP_CITY-RUN_vittorio-veneto_mosaico_eroica15-18_evento

La COOP City Run è pronta per la prima edizione nella bellissima Vittorio Veneto.

Domenica 18 Marzo la prima edizione della gara non competitiva di 8 km porterà gli atleti, i joggers, e tutti gli amanti del walking alla scoperta delle bellezze di Vittorio Veneto.

La partenza è fissata alle 10 in Piazza del Popolo ed il percorso si snoderà successivamente tra le vie del centro. Si sale lungo via Brando Brandolini in direzione di Serravalle per poi dirigersi lungo Via Antonello da Serravalle fino alla Pieve di Sant’Andrea di Bigonzo.monumenti-interesse-vittorio-veneto-chiesa-sant-andrea

L’origine di questa chiesa viene fatta risalire dalla tradizione ad un periodo tra il III e il IV secolo e, sempre secondo la tradizione, qui nacque la prima comunità cristiana e avvenne il battesimo di Sant’Augusta. Ipotesi senz’altro suggestiva, non supportata purtroppo dai documenti, anche se la datazione di alcuni frammenti composti da resti di affreschi ha riportato la frequentazione di questo luogo di culto al periodo longobardo. Pensate che fino alla metà del XIX secolo era presente una pavimentazione a più livelli riconducibile ad una tipologia risalente alle prime chiese paleocristiane.cattedrale_vittorio-veneto_ceneda_piazza-giovanni-paolo-I

La Coop City Run da Bigonzo scenderà poi verso sud lungo Via cesare Beccaria, Via della Cava e Via Luigino De Nadai, fino ad attraversare i campi di golf del Marco Polo Center. Da Via Cansiglio, ci si dirigerà verso Ceneda percorrendo Via A.Diaz, Via Girolamo Lioni, su lungo Via Umberto Cosmo fino a giungere in Piazza Giovanni Paolo I, passando davanti alla Cattedrale di Santa Maria Assunta e al Museo della Battaglia.

Forse non tutti sanno che nella cripta della cattedrale di Ceneda trovano ospitalità da circa 1400 anni le reliquie di san Tiziano, già vescovo di Oderzo (la romana Opitergium) e originario di Cittanova (l’attuale Eraclea).

Dalla piazza si rientrerà verso nord percorrendo Via Jacopo Stella e Via Lorenzo da Ponte, uno tra gli ebrei cenedesi più famosi. Emanuele Coneian, più noto con il nome di Lorenzo Da Ponte, fu il celebre librettista di W. A. Mozart e nacque a Ceneda nel 1749. lorenzo_da_ponte_ritratto_vittorio_veneto_librettistaDa Via da Ponte si devia per Via Beniamino Labbi e si raggiunge Piazza San Michele.

Qui, sotto il castello vescovile di San Martino, nella piazza di Salsa, tra il confine settentrionale di Ceneda e quello che ora è il centro cittadino di Vittorio Veneto, si trova la chiesa di San Michele in Salsa. A dire il vero sono due attualmente le chiese in questa piazza intitolate a San Michele: una moderna costruita tra il 1838 e il 1854, l’altra probabilmente costruita in epoca longobarda.

E dopo questo piccolo assaggio di storia, si imbocca la dirittura d’arrivo lungo il Viale della Vittoria fino al traguardo poco prima del Monumento ai Caduti di Augusto Murer. Vi aspettiamo domenica 18 marzo, la partenza è fissata alle ore 10:00: Coop City Run, corri in libertà a Vittorio Veneto!

Per tutte le notizie di Eroica15-18 iscrivetevi alla nostra Newsletter

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

Runners: l’aiuto dei professionisti

eroica15-18_sinergy-med_correre-senza-problemi-l'aiuto-dei-professionisti_blog-post_marathon

Correre è una delle più naturali ed affascinanti attività che possiamo praticare liberamente. Il fascino della Corsa ha su tutti i Runners, un benefico effetto che incrementa nel tempo il desiderio di migliorare la propria forma fisica, di incrementare le performances, fino ad arrivare ad affrontare le gare importanti come una Mezza Maratona e la Maratona stessa.

Eroica15-18 offre a tutti i Runners uno straordinario percorso di affiancamento e supporto, attraverso la professionalità, l’esperienza e la passione per lo studio del corpo umano del Centro Sinergy Med 2.0 di Conegliano. Lo scopo è quello di affiancare al podista dei professionisti, al fine di portarlo al massimo della forma a Vittorio Veneto il prossimo 18 marzo 2018, e poi anche di proseguire senza intoppi e infortuni per il resto della stagione.

La Dott.ssa Carla De Conti ed il Dott. Stefano Martini, fisioterapisti con grande esperienza nella fisioterapia sportiva, hanno ideato e creato appositamente per Eroica15-18 un viaggio a tappe per dare l’opportunità, a tutti i Runners, di conoscere al meglio le proprie potenzialità nella corsa, prevenire infortuni e incrementare le proprie performance. Metteranno a disposizione tutta la loro esperienza e forniranno indicazioni precise e funzionali alla preparazione della Maratona, della Mezza Maratona e della City Run in un pacchetto dall’alto valore professionale.tefano_Carla_Sinergy-Med_centro_Eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_18-marzo-2018

Il Centro Sinergy Med 2.0 oltre all’approfondimento nelle dinamiche legate alla corsa, è specializzato nel trattamento e nella prevenzione dei disturbi muscolo-scheletrici acuti e cronici, come ad esempio cefalee ed emicranie, lombalgia e dorsalgia, tendinopatie, lesioni muscolari, sciatalgie e brachialgie, spalla dolorosa, esiti di distorsioni, esiti di fratture, riabilitazione post chirurgica, scoliosi ed alterazioni posturali di varia natura.

La corsa, in tutte le sue modalità strada, trail, distanze lunghe e corte, rappresenta uno dei principali ambiti di interesse ed intervento del Centro Sinergy Med 2.0. Dove trova massimo supporto sia lo sportivo professionista che amatoriale, attraverso la valutazione funzionale e biomeccanica, dell’attività sportiva svolta, la prevenzione e il trattamento di eventuali infortuni o traumi. L’approccio avviene esclusivamente attraverso la Terapia Manuale, l’esercizio terapeutico e con la collaborazione con preparatori atletici ed allenatori.
Fisioterapia applicata al Running, ma non solo: il Centro Sinergy Med 2.0 propone anche la valutazione delle abitudini alimentari del Runner e il successivo piano alimentare studiato su misura per ogni Runner: la corretta nutrizione sportiva è un elemento di grande valore aggiunto per migliorare le performance e prolungarne l’efficacia nel tempo, oltre che a mettere in condizione il nostro corpo di allenarsi senza problemi ed affrontare le gare con la massima tranquillità e serenità.
Il pacchetto prevede anche il supporto della palestra Body Evidence per tutto quello che riguarda il lavoro muscolare e particolari tecniche di allenamento da abbinare alla corsa per prepararsi ad affrontare al meglio i dislivelli dei percorsi collinari come Eroica15-18 MarathonNe parleremo nello specifico la prossima settimana quando vi presenteremo il percorso completo con tutte le agevolazioni riservate agli amici Runners di Eroica15-18. Non perdetevi questa preziosa opportunità e restate sintonizzati su Eroica15-18 e Sinergy Med 2.0.

Per essere sempre informati su tutte le news di Eroica15-18 iscrivetevi alla nostra Newsletter:

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

Nutrizione Sportiva durante l’esercizio fisico

nutrizione_sportiva_laura-martinelli_eroica15-18_6-dicembre-2017_dalla-teoria-alla-pratica_scuola-di-maratona_brooke_lark

Il prossimo 6 dicembre presso l’Aula Magna del Campus Giovanna D’arco di Vittorio Veneto si terrà un’interessantissima conferenza sulla Nutrizione Sportiva che fa parte delle “Serate con gli Esperti” organizzate dalla Scuola di Maratona di Vittorio Veneto.

Relatrice sarà la Dott.ssa Laura Martinelli, Docente di nutrizione sportiva, laureata in Dietistica e Master in Sport&Exercise Nutrition è stata Segretaria Regionale dell’Associazione Nazionale Dietisti Veneto e Trentino Alto Adige. Attualmente è Membro del Comitato Tecnico Scientifico ANDID (Associazione Nazionale Dietisti) e socio dell’European College of Sport Science. Dirige il Poliambulatorio Sportscience ed è dietista per la squadra di ciclismo Bahrain Merida Cycling Team.

Il focus della serata sarà tutto sulla corretta nutrizione durante l’esercizio fisico. Anche gli sport di resistenza come la corsa prolungata ed il ciclismo, necessitano di grande attenzione da parte dell’atleta nella scelta dei cibi, nella loro preparazione ed anche nel loro dosaggio. Questo non solo in prossimità di un impegno sportivo, di una competizione, ma soprattutto durante tutta la preparazione, o meglio ancora sempre, in qualsiasi momento della vita quotidiana. serata-con-gli-esperti_scuola-di-maratona_nutrizione-sportiva_eroica15-18

Lo fa notare direttamente la Dott.ssa Martinelli:

“Spesso mi viene chiesto: – Cosa dovrei mangiare prima di una gara? – E io rispondo: – Cosa pensi di mangiare e bere da adesso fino a quel giorno? – Troppo spesso si dà eccessiva importanza al solo pasto pre-gara, trascurando la corretta nutrizione, idratazione e supplementazione che stanno alla base delle nostre abitudini quotidiane. Una corretta nutrizione sportiva si basa su una sana e corretta alimentazione, per poi erigersi verso le esigenze più raffinate dell’atleta. Non ci sono assiomi o verità assolute, la nutrizione sportiva è tutto fuorché una scienza esatta; tuttavia ci sono indicazioni, linee-guida e principi fondanti che nel corso degli anni hanno raggiunto elevati gradi di validità scientifica. Partiamo da lì, partiamo dalle basi della nutrizione sportiva per l’allenamento e la competizione, per quei giorni in cui la gara è ancora distante e per quelli in cui “quel che è fatto è fatto” e si cerca solo di recuperare al meglio per il grande giorno. Aggiungendo, perché no, qualche consiglio pratico per prevenire le problematiche più comuni come ad esempio i disturbi gastrointestinali durante l’esercizio.”

women_running_eroica15-18_vittorio-veneto_18-marzo-2018
Runnig on Eroica15-18 Marathon track

Nello specifico saranno toccati i seguenti punti:

– Scelta e tempistica di assunzione dei carboidrati.
– Indicazioni di utilizzo dei prodotti per sportivi (gel, barrette…).
– Strategie per ridurre il rischio di problemi gastrointestinali.
– Corretta idratazione.
– Strategie nutrizionali per il recupero.

Si passerà poi dalla teoria alla pratica: la Dott.ssa Martinelli descriverà un piano nutrizionale dedicato a chi vuole correre una Maratona e nello specifico l’Eroica 15-18 Marathon. La prestazione di ogni atleta a parità di allenamento sia da l punto di vista qualitativo che quantitativo, migliora sensibilmente dal momento in cui l’atleta stesso pone la giusta attenzione al recupero e alla propria nutrizione. Questo permette inoltre di prolungare la “giovinezza agonistica”, limitare gli infortuni, mantenere nel giusto equilibrio il sistema immunitario. Tutto questo si traduce nel godere al massimo dei benefici fisici e psichici che la corsa e lo sport in genere donano a chi li sa praticare con la corretta conoscenza.

Cogliete questa occasione per sentire direttamente i consigli della Dott.ssa Martinelli che verranno modulati per atleti evoluti, runners con prestazioni “nella media”, per i podisti che corrono la Maratone per il puro piacere della corsa senza prestare attenzione al cronometro ed anche per chi coglierà l’occasione della Eroica15-18 Marathon per correre la sua prima maratona.

A questo link tutti i dettagli dell’incontro di domani 6 dicembre: Serate con gli Esperti!

Iscrivetevi alla nostra Newsletter: news, eventi, temi caldi sul mondo della corsa e dei nostri amati Runners!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

 

 

 

Correre la Maratona : con la Mente e con il Corpo

correre-la-maratona-con-il-corpo-e-con-la-mente_eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_blog_18-marzo-2018

Nello scorso articolo abbiamo parlato della corsa in inverno [leggi l’articolo], mentre oggi iniziamo il Viaggio verso la Maratona del prossimo 18 marzo 2018 che si correrà a Vittorio Veneto: l’Eroica15-18 Marathon.

L’evento è unico nel suo genere: ci sarà UNA sola edizione, il percorso si svilupperà quasi interamente su strade asfaltate, si attraverseranno i centri storici di alcuni dei paesi più belli d’Italia e ci si troverà immersi nelle colline trevigiane, costeggiando i laghi di Revine, affrontando la “Salita degli Eroi” e godendo di incantevoli panorami.

Se il dislivello del percorso di circa 600 metri, non permetterà di battere il record del mondo, la varietà dei paesaggi, gli scorci storici, le piste ciclabili, i saliscendi immersi nella natura, invece, daranno quell’energia in più, quel piacere di correre in luoghi incantevoli e soprattutto chiusi al traffico, che permetterà ai Runners di correre un’altra corsa, una sfida con se stessi, con i propri limiti, con l’Eroe dentro ognuno di noi.

Sarete i nostri Eroi: coloro che aldilà della prestazione cronometrica avranno affrontato magari per la prima volta la mitica distanza di 42 mila e 195 metri!

Ma quando un Runner è pronto per correre la sua prima Maratona?

È una domanda che sempre più amanti della corsa si pongono, perché prima o poi, tutti sentono il desiderio di confrontarsi con questa distanza: all’inizio può sembrare inavvicinabile, una sfida impossibile, ma poi la maggior parte di chi l’ha affrontata, riesce a vincerla. E mai come in questo caso il concetto di Partecipare è sinonimo di Vittoria.

Ma cosa deve fare un Runner per sentirsi pronto per la sua prima Maratona? Come si fa ad avere nel fisico e nella testa quelle caratteristiche che lo porteranno fino al traguardo?

Tralasciando per ora la parte tecnica della preparazione che prenderemo in considerazione nei prossimi articoli, oggi poniamo l’accento sull’aspetto mentale ed emotivo: un podista è pronto per la sua prima Maratona quando la sua Mente è convinta di potercela fare. Quando questa sfida scatena in lui quelle emozioni che valgono mille km di fondo, ripetute e intervall training. La passione, la forza di volontà, l’attitudine, la paura dell’incognito, il dubbio di cosa potrà trovare dopo le colonne d’Ercole al 32° chilometro, la dedizione e l’ebbrezza della sfida. Tutto ciò è la base alla quale aggiungere poi gli allenamenti.

La Maratona da un punto di vista fisiologico è una delle sfide meno naturali e automatiche che il corpo umano possa sostenere. Come afferma splendidamente il Prof. Tim Noakes: “Dio, nella sua infinita saggezza, ha stabilito per l’uomo un limite di distanza di corsa che si aggira sui 32 km, limite imposto dall’inadeguatezza delle scorte del carburante primario del maratoneta: i carboidrati. Noi, nella nostra umana saggezza, abbiamo stabilito che la distanza di una Maratona deve superare i 42 km. È in quella “terra di nessuno”, che inizia dopo il trentaduesimo km, che risiede l’irresistibile fascino della Maratona”.

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Samurai_armor_-_Higgins_Armory_Museum_-_DSC05521.JPG
By Daderot (I took this photograph.) [Public domain], via Wikimedia Commons
E’ in quella “terra di nessuno” che emergono dentro ogni Runner forze fin prima sconosciute, energie che nessun integratore può fornire, e che fanno di un semplice Runner un Maratoneta.

Per Lo scrittore Mauro Covacich,del quale vi consigliamo il libro A perdifiato“il Maratoneta è un Samurai senza spada. E la maratona è un’arte marziale. Chi la corre compie una scelta estetica, non una sportiva. Lo sport non c’entra niente. Vorrei dire: Resistere alla più alta velocità possibile per una strada così lunga è la cosa più bella che una mente umana possa produrre. La mente non è il cervello, la mente è il sistema del corpo che pensa. La mente è la rete in cui il mio avampiede, il mio cuore, il mio glicogeno, i miei desideri, la mia memoria, tutto me stesso dialoga con tutto me stesso e con ciò che dall’esterno modifica o può modificare me stesso”.

Anche per questo e per la condivisa consapevolezza del Viaggio che la mente fa durante una Maratona, tutti noi di Eroica15-18,  accoglieremo ognuno ei partecipanti alla nostra Maratona come veri Eroi.

Il Viaggio verso il prossimo 18 marzo 2018 continua, in ognuno di noi, con tutti coloro che vorranno condividere la nostra passione, il nostro Amore per la Corsa.

Nei prossimi articoli continueremo a scoprire l’universo Maratona e quanto affascinante sia il Viaggio verso il traguardo e passo dopo passo ci prepareremo a Eroica15-18.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter per tuti i nostri aggiornamenti e News!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

I Runners e l’inverno: inarrestabili Eroi del freddo

isaac-wendland_eroica15-18_inverno_corsa_freddo_vittorio-veneto_18-marzo-2018

La stagione fredda ha iniziato con decisione a mandare i suoi freschi messaggi con un brusco calo delle temperature e l’aumento delle piogge che rendono meno agevole gli allenamenti e le gare.

Contrariamente però a qualche anno fa, i calendari nazionali sono sempre più ricchi di appuntamenti anche durante il periodo più freddo dell’anno. Molti weekend offrono più gare contemporaneamente a pochi chilometri una dall’altra. E questo rende sempre più semplice decidere dove correre, sia per chi cerca gare importanti e prestigiose, dove migliorare i propri personali sia, sia per coloro che non hanno bisogno di controllare il cronometro, ma vivono la corsa con leggerezza e come mezzo semplicemente per stare bene e mantenersi in forma.

emma-simpson-unsplash_eroica15-18_corsa_inverno_vittorio-veneto_18-marzo-2018_blog
Photo by Emma Simpson on Unsplash

Inoltre anche le gare non competitive sono migliorate significativamente dal punto di vista organizzativo, con la segnalazione dei chilometri, la chiusura al traffico, l’offerta di ristori sempre più ricchi. E questo può diventare un vantaggio per ogni tipo di atleta. L’appuntamento domenicale può essere utilizzato come allenamento specifico da parte di chi programma appuntamenti mirati in primavera; oppure la gara domenicale diventa un aiuto per coloro che hanno appena iniziato il loro viaggio nel mondo della corsa, perché offre la scusa giusta per correre in compagnia, trovare alleati nei momenti di fatica, correre su percorsi sicuri e non ultimo…sfruttare il “terzo tempo” al ristoro finale.

Un altro vantaggio della possibilità di continuare a gareggiare in inverno è quello di sfruttare queste gare per preparare una Maratona o una Mezza Maratona in primavera. E anche per questo motivo gli eventi di Eroica15-18 includono nel loro calendario alcune gare da sfruttare come preparazione per l’Eroica15-18 Marathon e la 5^ Maratonina della Vittoria in calendario il prossimo 18 marzo 2018.

runners_gruppo_scuola-di-maratona_eroica15-18_inverno_corsa_blog_vittorio-veneto_18-marzo-2018_pioggia_maratona
Photo by Scuola di Maratona ASD Vittorio veneto

Correre in gruppo inoltre aiuta a superare gli ostacoli principali della stagione fredda: temperature basse, pioggia e spesso la neve non invogliano certo ad uscire di casa e affrontare il maltempo. Se correte da tempo e costantemente tutto l’anno, non vi spaventerà di certo un po’ di vento o il freddo. Avrete già i vostri trucchi, la dimestichezza con il naso congelato e la giusta esperienza per affrontare allenamenti e gare nella stagione più rigida.

Chi si è avvicinato da poco alla corsa, dopo il primo periodo di adattamento articolare, inizia a godere dei benefici legati ad essa: perde peso, si sente più agile, con più energia. E scatta la voglia di sfruttare l’inverno per preparare qualche gara più lunga in primavera: una mezza maratona magari e per i più tosti una maratona.

Se vi siete avvicinati alla corsa da poco e desiderate continuare anche in inverno, eccovi qualche semplice consiglio su come affrontare al meglio la corsa quando fa freddo.

jenny-hill-unsplash_eroica15-18_corsa_inverno_vittorio-veneto_18-marzo-2018_blog
Photo by Jenny Hill on Unsplash
Primo suggerimento:

“Il brutto tempo non esiste”: è solo una questione mentale. Indossa una giacca anti pioggia leggera, scegli scarpe che ti proteggano bene i piedi e lanciati senza paura nel tuo percorso preferito.

Secondo accorgimento:

“Aumenta la tua visibilità”. La sicurezza quando corri è fondamentale. Fatti vedere subito dagli altri con braccialetti, fascie o giubbottini catarifrangenti. Nel caso tu ne sia sprovvisto, privilegia indumenti chiari e indossa una lampada da testa che ti aiuta anche a controllare il fondo stradale.

Terzo consiglio :

“Vestiti a strati”. Maglie traspiranti a contatto con la pelle, una felpa in pile isolante e poi a seconda di quanto il freddo sia pungente, copriti con una giacca a vento. E’ molto utile fare in casa  qualche semplice esercizio di stretching prima di partire: migliora il movimento delle articolazioni e rende più agevole la parte iniziale dell’allenamento.

Quarto consiglio :

“Cura bene il riscaldamento”. Dai più tempo al tuo corpo di adattarsi alla temperatura più rigida e percorri i primi chilometri ad andatura molto tranquilla. Con il tempo acquisirai quella sensibilità che ti farà percepire il momento che le tue gambe sono pronte per andature più veloci.

Ultimo suggerimento: sulla rivista Correre nel mese di novembre trovate un approfondimento del Dott. Luca Speciani sulla corsa con il freddo. Sullo stesso numero di novembre è presente anche Eroica15-18 con un bellissimo redazionale sul “percorso più bello del mondo”

Continuate a seguirci, nei prossimi articoli parleremo di come correre la Prima Maratona e sfatare il mito dell’impresa impossibile.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter per non perdere news ed eventi organizzati da Eroica15-18!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

Tutto il fascino della corsa in Montagna

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_Visentin_montagna_belluno_treviso

“Quanto monotona sarebbe la faccia della terra senza le montagne”. Immanuel Kant

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_cansiglio_montagna_belluno_treviso

È iniziato il conto alla rovescia! Mercoledì 1° Novembre partirà uno dei più avvincenti appuntamenti di corsa in montagna: la 4° Edizione del 2.9 Vertikal PizzocLa corsa, organizzata dal Comitato Maratonina della Vittoria e dalla Pro Loco di Fregona, è inclusa nel vasto programma degli Eventi di Eroica 15-18.
La partenza è fissata per le ore 10:00 in località La Briglia nel comune di Fregona (TV). Il 2.9 Vertikal Pizzoc è una gara di corsa in montagna sulla distanza di 2,9 Km e 1000 mt di dislivello positivo. Si sviluppa interamente su sentiero alpino interessando il versante sud del Monte Pizzoc; ultimo baluardo delle prealpi bellunesi.
Il monte si eleva per 1570 mt e fa parte del Gruppo Col Nudo Cavallo. È un ottimo punto panoramico dal quale si possono osservare i Monti dell’Alpago, la dorsale del Col Visentin e del Monte Cesen e i laghi di Revine e di Santa Croce.

Nelle giornate più limpide la vista arriva fino al golfo di Trieste e ai colli Euganei, passando per la laguna di Venezia. Uno spettacolo da non perdere!

“Chi più in alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna.” Walter Bonatti

eroica15-18_Vertikal_Pizzoc_panorama_montagna_belluno_treviso

Correre in montagna ti fa sentire libero. Correre immerso nella natura è sicuramente un’esperienza appagante che devi provare almeno una volta nella tua vita! Con la sua bellezza semplice e allo stesso tempo disarmante la montagna ti porta lontano dai rumori del traffico e e ti avvolge in un maestoso scenario in continuo cambiamento. Una sorpresa continua!
La montagna è un’occasione per sfidare te stesso, per riconoscere i tuoi limiti e provare a superarli. Quando arrivi in cima la sensazione che provi è di aver conquistato qualcosa di importante: forse qualcosa di te stesso di cui ancora non eri cosciente. Perché la tua volontà è stata più forte delle difficoltà che hai incontrato lungo il percorso.

Quando raggiungi la vetspitiro trail_io non getto i miei rifiutita non conta più niente, è come se ti dimenticassi di tutto il resto! Lasciati trasportare dall’entusiasmo e dalla voglia di superare i tuoi limiti. Tutti quanti vorremmo sentirci degli eroi anche solo per un giorno: questa è la tua occasione!

Un ultima notizia però importantissima: il Vertikal Pizzoc aderisce alla campagna “IO NON GETTO I MIEI RIFIUTI” promossa da Spirito Trail e rivolta ad atleti e organizzatori, per tutelare l’ambiente e la natura. Gli organizzatori come in tutte le altre manifestazioni aderenti alla campagna saranno inflessibili: tutti i concorrenti colti a gettare rifiuti sul percorso saranno squalificati.

Non perdetevi le prossime News di Eroica15-18. Iscrivetevi alla nostra Newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

“2 the Glory” : il record della Maratona in meno di 2 ore!

record_mondo_maratona_eroica15-18

Eliud Kipchoge pic by Denis Barthel
Il record mondiale della maratona è un obbiettivo molto ambito. Il record della maratona in meno di 2 ore lo è ancor di più. Da qualche anno infatti, le migliori aziende del mondo specializzate in abbigliamento e calzature sportive, medici e addetti ai lavori, progettano e sognano di riuscire a far coprire all’uomo i classici 42 chilometri e 125 metri in meno di due ore. In termini di velocità significa mantenere un’andatura di quasi 20km orari per almeno 1 ora 59 minuti e 59 secondi.

Winner Dennis Kimetto Berlin Marathon in Berlin, Germany, Sunday, Sept. 28, 2014. (AP Photo/Markus Schreiber)

La sfida è stata accolta da Eliud Kipchoge, uno dei migliori specialisti al mondo, che lo scorso maggio attraverso il progetto Breaking2, ha tentato il record all’interno del circuito automobilistico di Monza. Nonostante studiati accorgimenti tecnici e l’aiuto di un ben allenato e organizzato team di lepri,  Eliud si è fermato a pochi secondi dal grande crono: 2:00’25”. Il tentativo gli è sfuggito per soli 25” secondi, nemmeno un secondo a chilometro.

L’impresa è titanica, una sfida immensa anche per atleti d’altissimo livello. Certamente l’efficienza fisica, la forza mentale, la preparazione perfetta e l’attenzione alimentare sono ingredienti indispensabili. Ma non sono sufficienti. Raggiungere quei livelli prestazionali infatti, significa diventare veri e propri Eroi. Significa andare oltre ogni limite conosciuto, far ricorso a tutte le energie possibili e inseguire il Sogno.

Eroica15-18 ha deciso di sfidare il Tempo per capire cosa significa andare oltre questi limiti, per vivere in diretta l’impegno necessario per correre almeno 119 minuti e 59 secondi senza interruzione oltre i 20km/h. E ha deciso di affidarsi agli Eroi delle scuole medie e superiori di Vittorio Veneto. All’interno della pista di atletica leggera in una super emozionante staffetta, che abbiamo chiamato “2 the Glory”, gli studenti si passeranno il testimone e uno alla volta lo porteranno fino al traguardo.

Mettiamo subito le mani avanti: i puristi diranno che è troppo facile, ma noi di Eroica15-18 siamo convinti che lo sport non si misura solo con i risultati e le performance: lo sport è soprattutto esempio, divertimento, condivisione e impegno. I ragazzi si divideranno la distanza, frazioneranno i 42 km e 195 metri, ma si impegneranno insieme, tutti uniti in una grande squadra, con un unico intento per raggiungere il traguardo nel minor tempo possibile.

Riusciranno i nostri Eroi a vincere la sfida? Riusciranno a battere il record e fermare il cronometro prima dello scoccare delle 2 ore? Noi di Eroica15-18 siamo convinti che ce la faranno. Metteremo a loro disposizione tutta la nostra passione e dedizione alla Corsa, renderemo la pista di atletica di Vittorio Veneto un vero teatro greco, forniremo loro delle speciali         t-shirts magiche e riempiremo la pista di musica ed energia.

Vi aspettiamo il prossimo sabato 4 novembre alla pista di atletica leggera di Vittorio Veneto. Armatevi di telecamere e macchine fotografiche: sarà un Evento unico e indimenticabile!

P.S. informazione di servizio: a partire dalle ore 8:30 off limits per gli autovelox!

Non perdetevi le prossime News di Eroica15-18. Iscrivetevi alla nostra Newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Be An Hero: Donna e Maratona!

#BeanHero Donna e Maratona: Roberta Gibb Boston 1966
Cosa vuoi fare? No, scusa, spiegami bene, correre? E che c’è di strano? Infilati un paio di leggings esci e vai a correre, perchè ti lamenti donna!

“No, non hai capito : IO VOGLIO CORRERE LA MARATONA!”

Ti consideravano troppo debole, si diceva infatti che una donna è incapace di sopportare uno sforzo così prolungato. Ma non ti sei mai arresa a quei luoghi comuni. Oramai avevi trovato il modo di allenarti senza farti vedere tanto: ti immergevi nei boschi intorno a Boston e liberavi gambe e cuore in uno dei modi più belli e antichi di esprimere se stessi, correre liberi in natura. E ti sentivi una donna diversa, più ricca dentro, più forte.

Ma la Maratona è La Sfida, quell’impresa che va oltre ogni sogno di runner anche tra i maschietti, figurarsi per una donna. Infatti quel richiamo è troppo forte per essere ignorato. Quel miraggio, misterioso e ben poco esplorato rinchiuso in 26.2 miglia non si sfuma, anzi. E il tuo coraggio diventa ancora più forte di fronte al rifiuto da parte degli organizzatori della Boston Marathon, quando ti hanno risposto che la competizione era aperta solo agli atleti maschi.

“Erano tempi allucinanti ma anche stimolanti, la guerra in Vietnam, Kennedy assassinato, i diritti civili calpestati e difesi. Ma di donne niente, nessuno ne parlava. Eravamo esseri umani di seconda mano” Roberta Gibb

Così hai preso un autobus e da San Diego, dopo 4 giorni di viaggio sei arrivata a Boston. TI sei attaccata al viso una barba finta, ti sei nascosta tra i cespugli e donna_maratona_volti-eroica15-18_the-joy-of-running_marathon_vittorio-veneto… …. …. poi Via!

E nonostante corressi con le scarpe di tuo fratello, hai superato la Heart Break Hill e con crampi e piedi sanguinanti sei arrivata all’arrivo in 3:21’.

Hai aperto una nuova Via e hai corso per molto di più che raggiungere un traguardo personale, hai corso per cambiare il modo di pensare della gente, anche di molte donne. In quel momento in America, la maggior parte delle donne, in America come altrove, aspettava, secondo te, che qualcuno le sposasse, non di trovare un occupazione e l’autonomia personale. Nel ’65 eri già in grado di  correre per 40 miglia senza mai fermarti. E ti chiedevi: “Perché mai non considerano le possibilità fisiche di una donna?”. Hai iniziato la tua rivoluzione chiedendo di partecipare alla Maratona di Boston. Ma ll direttore di gara, ti rispose con disprezzo affermando che una donna non saebbe mai stata capace di sopportare mentalmente 26 miglia. E poi si appellò alle regole, al regolamenteo di allora che impediva ad ogni donna di partecipare.

Tu invece hai pensato che quella fosse una ragione in più per cambiarle queste dannate regole. E così fu: nonostante tutto e tutti, sei partita e hai vinto la sfida, hai realizzato il Sogno.

 

Registrati alla nostra Newsletter per restare aggiornato su tutti gli eventi di Eroica15-18!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]