Corsa e allenamento: il “Manuale D.O.C.”

manuale-doc-ottusamente-deviato-per-la-corsa_blog_eroica15-18_pillole-di-allenamento

Correre è prima di tutto un piacere, una gioia che dona al runner grazie tutta una serie di miglioramenti sia dal punto di vista fisico che da quello mentale.
Una volta iniziato con il jogging, è molto probabile che scatti la voglia di migliorare ancora, di aggiungere qualche chilometro al solito giro, di arrivare in cima a quella salita senza camminare.
Fino al momento in cui nasce dentro quella voglia della grande sfida: la Maratona.

Ma come prepararla, come arrivare in piena forma quel giorno e soprattutto come facciamo a capire qual è il giusto allenamento per migliorare senza incappare in infortuni?

Eroica15-18 suggerisce come punto di partenza, questo bellissimo libro “Il Manuale D.O.C. Deviato Ottusamente per la Corsa”, di Simone Cellini, SBC Edizioni, che nasce dall’esperienza di blogger dell’autore, molto interessante il suo blog Runner 451, dalla sua grande passione e amore della corsa, da anni di studi sulle tecniche di allenamento, sulla fisiologia applicata allo sport e soprattutto sulla sperimentazione e verifica sul campo con sé stesso e con molti runners che allena personalmente. Un manuale non manuale sulla corsa. Un manuale scritto non da un campione del Running, ma da un amatore per amatori della corsa, per chi ama correre e per chi vuole imparare a farlo.

Simone-Cellini_pillole-di-Maratona_blog_Manuale-ottusamente-deviato-per-la-corsa

manuale_doc_pillole-di-maratona_blog_Eroica15-18

Evidenziamo la parola passione, che traspare forte nel libro e che l’autore ha per la corsa e ha voluto trasmettere in tutto il libro, sia nelle parti più tecniche, che in quelle più narrative. La passione, ma anche l’equilibrio, perché “Deviato Ottusamente per la corsa” richiama l’amore incondizionato per questo sport, è però anche importante tenere ben presente che le passioni possono creare dipendenza e le dipendenze vanno controllate. Il divertimento ed il benessere innanzitutto, senza perdere il controllo, altrimenti le passioni diventano prigioni.

Come scrive l’autore nella prefazione, “Chi ci insegna ad essere normali quando siamo unici?…le istruzioni devono essere strumenti e non obiettivi…questo manuale non ha la pretesa di essere assolutistico, è una lettura con tanti consigli, da fare propri. Un manuale che aiuti a diventare podista, un runner, che non limiti la passione per la corsa, ma la valorizzi, la faccia emergere in superficie, che dia gli strumenti per essere un runner consapevole e felice, orgogliosi di ciò che si è, di ciò che si riesce a fare, con le proprie forze, senza l’ansia del risultato o di dimostrare qualcosa a qualcuno, se non a se stessi”.

Il libro è suddiviso in quattro parti: nella prima troviamo storie reali di runner amatoriali, che conducono il lettore a scoprire e poi identificarsi con i personaggi che si raccontano e a calarsi nel mood del libro. La seconda parte è dedicata ai principianti, a chi ha appena iniziato e molto utile a tutti coloro che corrono. Qui si affrontano gli aspetti fondamentali: come scegliere le scarpe da running, la “cassetta degli attrezzi per correre”, i primi allenamenti e poi man mano fino ad affrontare la sfida alla prima maratona. La terza parte è dedicata a chi da principiante è diventato un vero amatore: qui troverete indicazioni molto preziose sulla preparazione atletica, sul miglioramento della velocità, e un capitolo importantissimo su come gestire le emozioni nelle competizioni. Troverete consigli su cosa fare il giorno prima e dopo della gara e tantissimo altro. L’ultima parte, un vero e proprio dizionario della corsa, con quattro capitoli dove vengono riassunti le tipologie di allenamento e tutti i termini tecnici utilizzati nel manuale. Un percorso lungo 31 capitoli tutti di corsa: bellissimo, coinvolgente, divertente, preciso, chiaro, esaustivo.

Non vi resta che cliccare a questo link e acquistare la vostra copia. Scoprirete che per Natale il vostro acquisto può fare del bene anche agli altri, essendo legato ad una bellissima iniziativa di beneficienza.

Buona Lettura.

Rimanete sempre aggiornati con le nostre News iscrivendovi alla Newsletter di Eroica15-18

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

Un connubio speciale per Eroica15-18

eroica15-18_vittorio-veneto_18-marzo-2018_centenario_copertina_articolo_connubio_la-mezza-di-treviso_eroica15-18

 

Gli eventi di Eroica15-18 si stanno avvicinando ed il Comitato Maratonina della Vittoria sta svelando, una alla volta, tutte le novità che renderanno gli appuntamenti del prossimo 18 marzo 2018 sempre più belli ed entusiasmanti.salvatore-bettiol-la-mezza-di-treviso-collaborazione-eroica15-18-comitato-maratonina-della-vittoriaPer questo il Comitato Maratonina della Vittoria e Salvatore Bettiol annunciano con immenso piacere, l’inizio di una concreta e strettissima collaborazione mirata a “Eroica15-18” e a “La Mezza di Treviso”.

La collaborazione si basa sull’innata passione per la corsa e sulla volontà di dare sempre più attenzione agli atleti, veri protagonisti delle gare.

“Vogliamo fare in modo che gli atleti che parteciperanno alle nostre gare”, affermano gli organizzatori di Eroica15-18 e Salvatore Bettiol, “vivano un’esperienza unica, sempre più piacevole e vogliamo fare in modo che si trovino nelle migliori condizioni per divertirsi e rendere al meglio”.la-mezza-di-treviso-collaborazione-eroica15-18-comitato-maratonina-della-vittoria

Il connubio tra la Mezza di Treviso ed Eroica15-18 mette in campo la grande esperienza di Salvatore Bettiol, ex campione azzurro, grandissimo maratoneta internazionale ed ora organizzatore di successo, che sta facendo crescere con una sempre più crescente partecipazione La Mezza di Treviso e la bellissima 5 alle 5. A Salvatore Bettiol si aggiunge la grande e coinvolgente passione del Comitato Maratonina della Vittoria, che conta nell’insieme delle 4 società quasi 600 tesserati Fidal dai ragazzi fino all’area Master e stanno divulgando con dedizione da decenni, la cultura della Corsa in tutte le sue specialità, dalla pista, alla strada fino ai trails.5-alle-5_collaborazione-eroica15-18_comitato-maratonina-della-vittoria_vittorio-veneto

Uniti da una comune Vision dello sport e della corsa, intesa come vero e proprio mezzo per sentirsi bene e non solo come performance, il focus e l’intento sono quelli di valorizzare sempre di più gli atleti, farli sentire sempre più importanti e seguiti durante le gare, dare loro un servizio impeccabile e che tenga conto delle loro esigenze. Attenzioni che solo chi corre o ha corso per tanti anni ai massimi livelli può conoscere e poi trasferire nell’organizzazione delle gare.

Volontà comune delle due compagini è anche quella di dare più importanza al nostro bellissimo territorio e farlo conoscere in tutta Italia anche attraverso lo sport e in particolare la corsa che porta con grandi valori come la condivisione e la cooperazione.5_maratonina_della_vittoria_eroica15-18_vittorio-veneto

Unire e non dividere, dare attenzione alle persone, agli atleti in un movimento che vede sempre più partecipanti, grazie anche alla dedizione di simboli dello sport sano e vincente come Salvatore e alle associazioni che, come il Comitato Maratonina della Vittoria, dedicano la maggior parte del loro tempo a promuovere la pratica della corsa. Eroica15-18_Marathon_unica_sola_maratona_vittorio_veneto_18-marzo-2018

La nuova collaborazione porterà presto a nuove idee organizzative che verranno annunciate prossimamente. Sta nascendo un nuovo polo dell’atletica trevigiana che darà Valore e nuona Energia al movimento dei Runners sempre più crescente in Italia e nel mondo.

Stay tuned con le News di Eorica15-18 iscrivendovi alla nostra Newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

 

 

 

Correre la Maratona : con la Mente e con il Corpo

correre-la-maratona-con-il-corpo-e-con-la-mente_eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_blog_18-marzo-2018

Nello scorso articolo abbiamo parlato della corsa in inverno [leggi l’articolo], mentre oggi iniziamo il Viaggio verso la Maratona del prossimo 18 marzo 2018 che si correrà a Vittorio Veneto: l’Eroica15-18 Marathon.

L’evento è unico nel suo genere: ci sarà UNA sola edizione, il percorso si svilupperà quasi interamente su strade asfaltate, si attraverseranno i centri storici di alcuni dei paesi più belli d’Italia e ci si troverà immersi nelle colline trevigiane, costeggiando i laghi di Revine, affrontando la “Salita degli Eroi” e godendo di incantevoli panorami.

Se il dislivello del percorso di circa 600 metri, non permetterà di battere il record del mondo, la varietà dei paesaggi, gli scorci storici, le piste ciclabili, i saliscendi immersi nella natura, invece, daranno quell’energia in più, quel piacere di correre in luoghi incantevoli e soprattutto chiusi al traffico, che permetterà ai Runners di correre un’altra corsa, una sfida con se stessi, con i propri limiti, con l’Eroe dentro ognuno di noi.

Sarete i nostri Eroi: coloro che aldilà della prestazione cronometrica avranno affrontato magari per la prima volta la mitica distanza di 42 mila e 195 metri!

Ma quando un Runner è pronto per correre la sua prima Maratona?

È una domanda che sempre più amanti della corsa si pongono, perché prima o poi, tutti sentono il desiderio di confrontarsi con questa distanza: all’inizio può sembrare inavvicinabile, una sfida impossibile, ma poi la maggior parte di chi l’ha affrontata, riesce a vincerla. E mai come in questo caso il concetto di Partecipare è sinonimo di Vittoria.

Ma cosa deve fare un Runner per sentirsi pronto per la sua prima Maratona? Come si fa ad avere nel fisico e nella testa quelle caratteristiche che lo porteranno fino al traguardo?

Tralasciando per ora la parte tecnica della preparazione che prenderemo in considerazione nei prossimi articoli, oggi poniamo l’accento sull’aspetto mentale ed emotivo: un podista è pronto per la sua prima Maratona quando la sua Mente è convinta di potercela fare. Quando questa sfida scatena in lui quelle emozioni che valgono mille km di fondo, ripetute e intervall training. La passione, la forza di volontà, l’attitudine, la paura dell’incognito, il dubbio di cosa potrà trovare dopo le colonne d’Ercole al 32° chilometro, la dedizione e l’ebbrezza della sfida. Tutto ciò è la base alla quale aggiungere poi gli allenamenti.

La Maratona da un punto di vista fisiologico è una delle sfide meno naturali e automatiche che il corpo umano possa sostenere. Come afferma splendidamente il Prof. Tim Noakes: “Dio, nella sua infinita saggezza, ha stabilito per l’uomo un limite di distanza di corsa che si aggira sui 32 km, limite imposto dall’inadeguatezza delle scorte del carburante primario del maratoneta: i carboidrati. Noi, nella nostra umana saggezza, abbiamo stabilito che la distanza di una Maratona deve superare i 42 km. È in quella “terra di nessuno”, che inizia dopo il trentaduesimo km, che risiede l’irresistibile fascino della Maratona”.

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Samurai_armor_-_Higgins_Armory_Museum_-_DSC05521.JPG
By Daderot (I took this photograph.) [Public domain], via Wikimedia Commons
E’ in quella “terra di nessuno” che emergono dentro ogni Runner forze fin prima sconosciute, energie che nessun integratore può fornire, e che fanno di un semplice Runner un Maratoneta.

Per Lo scrittore Mauro Covacich,del quale vi consigliamo il libro A perdifiato“il Maratoneta è un Samurai senza spada. E la maratona è un’arte marziale. Chi la corre compie una scelta estetica, non una sportiva. Lo sport non c’entra niente. Vorrei dire: Resistere alla più alta velocità possibile per una strada così lunga è la cosa più bella che una mente umana possa produrre. La mente non è il cervello, la mente è il sistema del corpo che pensa. La mente è la rete in cui il mio avampiede, il mio cuore, il mio glicogeno, i miei desideri, la mia memoria, tutto me stesso dialoga con tutto me stesso e con ciò che dall’esterno modifica o può modificare me stesso”.

Anche per questo e per la condivisa consapevolezza del Viaggio che la mente fa durante una Maratona, tutti noi di Eroica15-18,  accoglieremo ognuno ei partecipanti alla nostra Maratona come veri Eroi.

Il Viaggio verso il prossimo 18 marzo 2018 continua, in ognuno di noi, con tutti coloro che vorranno condividere la nostra passione, il nostro Amore per la Corsa.

Nei prossimi articoli continueremo a scoprire l’universo Maratona e quanto affascinante sia il Viaggio verso il traguardo e passo dopo passo ci prepareremo a Eroica15-18.

Iscrivetevi alla nostra Newsletter per tuti i nostri aggiornamenti e News!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

 

Angeli, palloncini e Maratona: i Pacers gli Originali

pacers_gli-originali_eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_18-marzo-2018

Oggi vogliamo parlarvi di Angeli. Qualcuno li chiama Angeli custodi, altri pacers e chi pace makers. Li trovi a tutte le maratone e maratonine. Una gara sulle lunghe distanze senza i pace makers ti dà l’impressione che manchi qualcosa, qualcosa di importante. Perché i pacers non sono solo degli assistenti o degli accompagnatori. Poi alla fine della gara, dopo il traguardo te li ritrovi amici, complici di una sfida che ti hanno aiutato a portare a termine, con i loro consigli, sostegno e dedizione.

pacers-gli-originali_vittorio-veneto_eroica15-18_marathon

Si riconoscono sempre molto facilmente per il loro colorati palloncini, con l‘unico intento di aiutare gli altri runners e sono quei super atleti che ti diranno già in anticipo quale tempo farai, e che non ti abbandoneranno nemmeno per un secondo, passo dopo passo, fino ad un metro dopo il traguardo…e poi starai con loro al ristoro perché ti chiedono com’è andata, come ti sei sentito, ti danno suggerimenti e consigli per evitare qualche possibile errore e fare della prossima gara, una corsa ancora più bella.

Spesso il loro apporto viene dato per scontato: ma la loro presenza non è per nulla così semplice. Per questo motivo alla Eroica15-18 Marathon e alla 5^ Maratonina della Vittoria che prenderanno il via a Vittorio Veneto il prossimo 18 marzo 2018, abbiamo invitato a correre con noi i “Pacers gli Originali”, i Volontari del Sorriso.

Presenti a più di trenta corse all’anno in tutta italia, con le loro magliette arancioni, spiccano subito agli occhi, e non solo per il colore delle divise, ma soprattutto per la loro allegria, carica e capacità di dare agli altri: come dice sempre Roberto Toniatti, il Capitano:

“Aiutando…ci si arricchisce!”

Roberto_Toniatti_eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_18-marzo-2018

I Pacers gli Originali in gara hanno il compito di assistere, incitare, tenere un ritmo costante durante tutta la gara e condurre gli atleti al raggiungimento del loro obiettivo personale. Prestano la massima attenzione alle variazioni del percorso, dosando l’andatura magistralmente sia nei tratti di discesa, sia nel caso in cui la strada inizia a salire. Ma non si fermano qui. Ce la mettono tutta per essere dei valorosi assistenti di gara e sono quell’ingrediente perfetto per rendere magica e avvincente la gara dei Maratoneti.

Per i Pacers gli Originali, quella del pace maker non è solo una grande passione ma una vera vocazione, una missione. Solo così infatti si riesce a rinunciare a correre per sé per “accompagnare” gli altri atleti a completare una mezza o una maratona intera, correndo come orologi svizzeri, assicurando regolarità e costanza, tirando il freno nei primi chilometri e premendo sull’acceleratore quando necessario, ma sempre con il Sorriso, la carica umana e la grande esperienza sulla quale possono contare.

​La capacità di coinvolgimento e dedizione non ha eguali: il cameratismo e lo spirito di gruppo che si creano con Roberto, il Capitano, e tutti i suoi Volontari del Sorriso sono unici. E sapere gestire il gruppo fa la differenza: correre in gruppo infatti può darti un grande aiuto nei momenti più duri e fornirti la motivazione che da soli spesso non riesce a trovare.

Molti di noi correranno insieme ai Pacers gli Originali già alla prossima maratona di Verona, ma non vediamo l’ora di ospitarli a Vittorio Veneto sul percorso della 5^ Maratonina della Vittoria e vederli all’opera nell’affascinante percorso della Eroica15-18 Marathon.

pacers-gli-originali_eroica15-18_marathon_vittorio-veneto_maratonia_vittoria

Cosa aspettate? Correte con noi: preferite la Mezza o volete cimentarvi nella Maratona?

Restate aggiornati con le nostre news iscrivendovi alla nostra Newsletter

 

 

 

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

Eroica15-18: il percorso più bello del Mondo

eroica15-18_marathon_il_percorso_più_bello_del_mondo

Molti amici ci stanno chiedendo sempre più informazioni sul percorso della Eroica15-18 Marathon. Eccovi un resoconto dettagliato sulle caratteristiche di quello che è per noi di Eroica15-18: il “Percorso più bello del Mondo” con partenza e arrivo a Vittorio Veneto.

La partenza verrà data dal centralissimo Viale della Vittoria, e si scenderà subito in direzione sud verso Ceneda. Si ritornerà poi verso la partenza, oltrepassando il centro storico di Serravalle e si salirà dolcemente verso la vallata dei laghi di Revine. Per i primi 5 km quindi si affronteranno dei dolcissimi saliscendi.

Prendendo poi la strada che porta verso Revine Lago, si salirà con pendenza dolce ma costante, fino al 9° chilometro. Questa è da considerarsi la prima delle due salite importanti del percorso. Nel Comune di Revine Lago si passerà attraverso i centri storici delle borgate di Revine, Santa Maria, Lago e Sottocroda. Si ritornerà quindi verso il 15° chilometro sulla strada principale che, attraversando i borghi di Soller e Mura, costeggia il fiume Soligo e arriva fino a Cison di Valmarino. Qui si entrerà nel centro storico.

Da questo punto in poi si incontreranno piacevoli saliscendi, lungo vecchie stradine asfaltate in mezzo ai borghi. Seguendo la strada provinciale poi fino al 21° chilometro, si arriverà in corrispondenza del paese di Valmareno. Ci sarà a questo punto, qualche breve tratto sterrato in mezzo alla campagna. Il fondo però è molto compatto e piano. Si uscirà di nuovo sulla strada principale per lasciarla subito dopo per una deviazione in direzione Valmareno: si incontrerà dapprima una leggera discesa di 2km fino a Follina e poi fino al 26°km ancora dolci saliscendi.

Oltrepassato il centro storico di Follina con la sua bellissima Abbazia, si prosegue sulla pista ciclabile in direzione della Chiesa Madonna delle Grazie, prima di intraprendere la salita che porta alla Chiesa di Santa Lucia sul bivio di Zuel di Qua.

eroica15-18_laghi_revine_il_percorso_più_bello_del_mondo_18-marzo-2018

Al 26° km inizia il punto cruciale della Eroica15-18 Marathon: inizierà la “Salita degli Eroi”, non così ripida ma comunque impegnativa, perchè a questo punto saremo già oltre metà gara. Il dislivello è di circa 100 metri da percorre in 1,5 km. Anche se le gambe potranno “sentire” un po’ questa salita, lo sforzo verrà ripagato un volta arrivati in cima, grazie alla vista di panorami incantevoli.  Da qui in avanti si percorrerà la strada sulla cresta della collina, con panorami unici e spettacolari sulle colline e sulle prealpi trevigiane. Si attraverseranno le località di Zuel di La, Resera e Reseretta, fino a scendere a Tarzo. Dal 31° km in avanti le salite possono dirsi concluse e si potranno lasciar correre le gambe lungo discese sempre più dolci fino al traguardo.

Si godrà nuovamente della vista dei Laghi di Revine sul versante opposto rispetto all’andata e passando poi per gli antichi lavatoi, il percorso risalirà  di nuovo sulla strada provinciale che scende verso Vittorio Veneto. Da questo punto in poi l’Eroica15-18 MArathon, ripercorre a ritroso il tracciato dell’andata per ritornare in centro a Vittorio Veneto dove sarà posto l’arrivo sullo stesso punto della partenza.

Il dislivello totale è di circa 600 mt. Il percorso della Eroica15-18 Marathon è un po’ più impegnativo rispetto ad una classica maratona pianeggiante. Ma l’ambiente in cui sono immerse le sue strade, gli antichi borghi, gli scorci sui laghi e i panorami sono un ricchissimo premio per gli occhi e l’animo degli Eroi che lo affronteranno.Analizzando il profilo altimetrico, risalta agli occhi che la seconda parte di gara sarà in discesa e ciò permetterà di affrontare con maggiore tranquillità le difficoltà che la Maratona presenta agli atleti solitamente dal 30° km in poi.

Eroica15-18 Marathon è nata per commemorare i 100 anni dalla Vittoria della Grande Guerra e anche per valorizzare ed esaltare le ricchezze paesaggistiche, eno-gastronomiche e le tradizioni dei nostri paesi e borghi. Luoghi ideali per correre proprio per la naturalezza dei percorsi ed il loro particolare fascino.

eroica15-18_vittorio_veneto_vallata_sole_tramonto

Vi aspettiamo numerosi a Vittorio Veneto il prossimo 18 Marzo 2018.

Venite a trovarci sul sito maratoninadellavittoria.it e iscrivetevi alla nostra Newsletter. Vi aggiorneremo su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica 15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Viaggio tra i paesi di Eroica15-18 Marathon

lago_revine_eroica15-18_viaggio

Nel precedente articolo abbiamo parlato della Storia che ha coinvolto i paesi toccati da Eroica 15-18 Marathon, oggi vogliamo descrivere la bellezza e il fascino di questi luoghi.

Vi portiamo con noi, alla scoperta delle molteplici anime di questi territori, che raccontano di arte, tradizione, cultura, enogastronomia e molto altro.

La partenza dal centralissimo Viale della Vittoria a Vittorio Veneto, spinge veloci gli atleti attraverso i due centri storici della città, fino a Ceneda con la sua antica Piazza della Cattedrale, il Museo della Battaglia e  la Cattedrale di di Santa Maria Assunta, dove sono conservate le spoglie di San Tiziano. Si farà ritorno poi verso nord, a Serravalle, caratterizzata dalla straordinaria bellezza ed eleganza dei palazzi in stile veneziano, il Duomo a Serravalle e dell’affascinante piazza Flaminio. Piazza_Flaminio_Vittorio_Veneto_Eroica15-18_Viaggio

La gara dimostra fin da subito la sua unicità e bellezza e tra alcuni saliscendi, punterà verso Revine Lago. Qui il percorso si immergerà nella natura e costeggerà i due bellissimi laghi di Santa Maria e Lago, fino a raggiungere Cison di Valmarino, uno dei borghi più belli d’Italia. Oltre al fascino indescrivibile del suo piccolo borgo, Cison di Valmarino, è un ottimo punto di partenza per escursioni e passeggiate nella cornice prealpina nella Marca Trevigiana. Oltre alla vista del magnifico CastelBrando, questo bellissimo angolo di terra trevigiana, offre ai suoi visitatori itinerari di ogni tipo e di ogni grado di difficoltà da percorrere a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Da qui Eroica15-18 Marathon prosegue verso Follina, conosciuta per la sua  Abbazia di Santa Maria detta anche di Sanavalle, che con la sua facciata è uno fra i migliori esempi di gotico cistercense nel Veneto. A Follina troviamo anche il Sacrario Austroungarico nato durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917 in appoggio allo Feldspital 1505.

Dopo Follina il percorso rientra verso Vittorio veneto e si immerge nelle suggestive colline simbolo della viticoltura eroica, con le viti che si inerpicano sulle dorsali.

Qui i colori e i profumi unici lasciano a bocca aperta. Lembi di terra ricchi di fascino, ma anche di persone che con il loro lavoro, dedizione e  passione amano la loro terra e i suoi frutti. Siamo infatti nelle “Terre del Prosecco” divenute ormai il simbolo del nostro territorio in tutto il mondo. Qui il Prosecco è Re! Vino e vitigno che ha avuto un ruolo importante nella crescita socio-economica e di valorizzazione culturale del nostro Paese negli ultimi vent’anni . Un territorio in cui i vigneti e le cantine sono i protagonisti indiscussi, e dove si possono assaggiare prelibatezze gastronomiche di lunga tradizione, accompagnate, neanche a dirlo, da un ottimo bicchiere di vino!

colline_trevigiane

A questo punto la gara ha superato la metà del percorso e giunti così al 26° Km ci troviamo sul punto cruciale di questa maratona: la “Salita degli Eroi”. Una salita di 1,5 Km con circa 100 metri di dislivello, non durissima, che metterà però a dura prova le gambe, la tenacia e lo spirito degli atleti.  Arrivati in cima però, una volta raggiunta la località di Zuel, il panorama e gli scorci mozzafiato che si apriranno davanti ai nostri occhi, sapranno ripagare ogni sforzo. Dopo il 31° Km le salite potranno dirsi concluse, e si scenderà fino a Tarzo, si costeggeranno ancora una volta i laghi, per far rientro a Vittorio Veneto e tagliare il traguardo.

 

Non perdere l’occasione: fai parte anche tu di Eroica 15-18; un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che festeggeremo insieme il prossimo 18 marzo 2018. Eroica15-18 marathon : il percorso più bello del mondo!

 

Vieni a trovarci sul sito maratoninadellavittoria.it e iscriviti alla nostra Newsletter. Ti aggiorneremo su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica 15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

EROICA15-18: il Percorso e la sua Storia

eroica15-18_museo_della_battaglia_vittorio_veneto

Continuiamo il nostro Viaggio alla scoperta di Eroica15-18 Marathon. Oggi andiamo a scoprire la Storia e i luoghi più rappresentativi toccati dal percorso della maratona che si svolgerà il prossimo 18 marzo 2018.

In questo articolo sottolineiamo l’importanza storica e la bellezza artistica di luoghi, monumenti, edifici, eventi importanti che hanno segnato, ma anche arricchito questi bellissimi luoghi.

eroica15-18_retrovie_austroungariche_piazza_Flaminio
Retrovie austroungariche in Piazza Flaminio

Eroica15-18 Marathon attraversa un percorso tematico del territorio trevigiano fondamentale per le vicende della Grande Guerra. La partenza e l’arrivo della gara si terranno a Vittorio Veneto, teatro della battaglia che pose fine al conflitto nell’ottobre 1918. Il percorso cittadino si snoda attraverso le località di Ceneda, Meschio e Serravalle dove furono allestiti tre ospedali militari a seguito della disfatta di Caporetto, toccherà la Loggia del Cenedese che ospita il Museo della Battaglia, e numerosi palazzi storici (Villa Costantini, Villa Croze, Villa Grunwald, Villa Papadopoli, Castello di Serravalle, Palazzo Lucheschi – Czarnocki, Palazzo Minucci De Carlo) che divennero sede dell’alto comando della VI Armata austro-ungarica durante l’Occupazione dal 1917 alla fine del conflitto.

eroica15-18_marathon-percorso_castelbrando
Castelbrando, Cison di Valmarino

Superata la stretta di Serravalle, il percorso segue il tracciato delle retrovie austroungariche, seguendo la tratta ferroviaria a scartamento ridotto che trasportava munizioni e materiali da Vittorio Veneto verso Pieve di Soligo e il fronte del Montello. Si snoda lungo la vallata dei laghi di Revine e Lago giungendo a Tovena, punto strategico di comunicazione tra le retrovie del Grappa con le retrovie del Piave: infatti in soli 100 giorni i Pionieri austriaci costruirono un’arditissima strada carrozzabile che si dipana in cinque tornanti sovrapposti in galleria, un vero capolavoro ingegneristico. Il percorso della Eroica15-18 Marathon costeggia l’Aerocampo Flik 52 di Tovena e prosegue verso Mura e Cison di Valmarino dove il castello dei Conti Brandolini d’Adda domina visivamente la Valsana in perfetto dialogo con il borgo storico di Cison; Castelbrando divenne residenza di ufficiali e luogo di ricovero dei feriti provenienti dal fronte.

 

eroica15-18_strada_dei_100_giorni
La strada dei 100 Giorni, Tovena

Si entra quindi a Valmareno, dove furono accampati il 56° Fucilieri, e in successione a Follina affiancando la bellissima Abbazia di S.Maria: lo storico monumento fu raggiunto da alcuni colpi di cannone che ne sfondarono il tetto e fecero crollare parte del lato orientale della chiesa. Il refettorio, risalente al XIII secolo, fu distrutto per trarne legna. Altro elemento di rilievo presente a Follina è il Feldspital 1505, l’ospedale militare austriaco allestito presso l’ex lanificio Andretta.

Usciti dal centro abitato si costeggia il Sacrario Austro–Ungarico di Follina che nasce durante l’occupazione austriaca della Vallata nel novembre del 1917. Oggi in questo cimitero militare riposano oltre ottocento soldati di Austria, Ungheria, Cechia, Germania, Polonia, Slovacchia, Romania, Bosnia – Erzegovina, Croazia, Slovenia, Ucraina, ed Italia.

Il rientro del circuito della Eroica15-18 Marathon si mantiene in quota lungo il crinale morenico che collega le caratteristiche località di Zuel di Qua, Zuel di Là, Reseretta, Resera, Tarzo, con ampi panorami sulla Valsana e i suoi laghi e ridiscende poi dolcemente attraverso Colmaggiore, Revine, Longhere e Serravalle per giungere in Piazza del Popolo a Vittorio Veneto con l’arrivo posto in corrispondenza del bronzeo Monumento ai Caduti di Augusto Murer.

Eroica15-18 un evento unico anche per la ricorrenza dei 100 Anni dalla Vittoria della Grande Guerra. Un evento unico per la Storia, l’Arte e la Cultura che vuole celebrare. Per non dimenticare, per guardare oltre la Vittoria e ritrovare il valore della Pace.

E la Storia continua… restate aggiornati su maratoninadellavittoria.it !

Segui i nostri eventi e le nostre novità iscrivendoti alla newsletter!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Eroica15-18 Marathon nelle “Terre del Prosecco”

Terre_del_Prosecco_eroica15-18_Vittorio-Veneto

Il prossimo 18 marzo 2018 si correrà a Vittorio Veneto Eroica15-18, una delle più belle maratone d’Italia. Il percorso con partenza e arrivo a Vittorio Veneto, attraverserà i comuni di Revine Lago, Cison di Valmarino, Follina e Tarzo e sarà insieme a tutti i partecipanti, grande protagonista nella patria del Prosecco.

Territori e paesi bellissimi, ricchi dal punto di vista paesaggistico, dalla lunga tradizione contadina, turistica ed eno-gastronomica, che in questi ultimi giorni si sono arricchiti di un ulteriore nota di merito.Dopo la candidatura nello scorso aprile e in seguito ad un’attenta ed approfondita valutazione dei Commissari dell’Aces Europe da qualche giorno è ufficiale: Vittorio Veneto insieme ad altri 37 Comuni che fanno parte delle “Terre del Prosecco” sono Comunità Europea dello Sport 2018.
Il titolo conferito è stato comunicato con grandissima soddisfazione da parte di tutte le amministrazioni comunali che hanno aderito al progetto. Coinvolti 38 comuni delle provincie di di Treviso e Pordenone. Il risultato positivo è stato il grande e coordinato lavoro di squadra, portato avanti con determinazione. Prosecco_eroica15-18

I 38 Comuni si sono uniti in un obiettivo comune: promuovere l’attività sportiva e il turismo nel proprio territorio. Ogni anno in Europa viene designata una Capitale Europea dello Sport, che nel 2018 sarà Sofia in Bulgaria, mentre per ogni Stato ci possono essere, al massimo, due Comunità dello Sport.

Il progetto è stato sostenuto qualità di sponsor il “Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG”, e il “Consorzio di Tutela Denominazione di Origine Controllata Prosecco”.Il prosecco è ormai in tutto il mondo un simbolo delle nostre terre ed ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita economica del Paese degli ultimi vent’anni, e i due consorzi si sono impegnati a promuovere attività di crescita sostenibile e eventi legati al turismo sportivo internazionale.

In Italia è la prima volta in cui un territorio così ampio raggiunge questo importante risultato: 2 Regioni, 2 Province, 38 Comuni, quasi 300 mila abitanti uniti da una tradizione e una cultura comune, e da una pratica sportiva molto diffusa e articolata capillarmente nel grazie principalmente alle attività di volontariato.

Un pilastro del dossier infatti è anche la numerosa e preziosa presenza di associazioni sportive che con il loro sforzi e impegno divulgano valori fondamentali: condivisione, solidarietà, vita sana, sport come scuola di vita, aiuto, la visione dell’”altro” come noi stessi, lavoro di squadra, passione.
Il titolo di Comunità dello Sport darà maggior risalto alla pratica sportiva e alla promozione appunto di questi valori ad essa collegati.territorio_prosecco_eroica15-18

Su queste basi si fonda anche il lavoro e la collaborazione delle 4 associazioni sportive di Vittorio Veneto che hanno dato vita a Eroica15-18: Scuola di Maratona, Atletica Vittorio Veneto, Libertas Vittorio Veneto e Nuova Atletica San Giacomo.Un Viaggio insieme, un viaggio nella Storia, un Viaggio insieme alle persone e allo Sport. Vieni a trovarci su maratoninadellavittoria.it!

Iscriviti alla nostra Newsletter e sarai aggiornato su tutte le sorprese e gli eventi di Eroica15-18.

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

 

Pensare, camminare e correre: la Salute per tutti nessuno escluso!

Marcia per la salute 2017

Anima Sana In Corpore Sano si diceva un tempo. Il movimento in genere, che sia una passeggiata o un po’ di jogging, aiuta il corpo a mantenersi attivo, tonico, in salute. La vita quotidiana però, con le sue sfide, impegni e obblighi da portare a termine risucchia molte energie nervose prima e fisiche poi. Basta poco, però, per vincere quella voglia di sprofondare sul divano, di aprire il frigorifero e razziare ogni ben di Dio come solo il mitico Attila sapeva fare.

E’ fondamentale fermarsi un attimo ed ascoltarsi, lasciare in disparte i pensieri che ti assillano ed ascolta il tuo respiro, cerca di percepire il battito del tuo cuore, solo questo piccolo gesto, questa semplice attenzione se mantenuta per qualche minuto, permetterà di sentirti più rilassato e trovare lo slancio per… …infilare un paio di scarpe comode e scappare fuori all’aperto. C’è chi lo fa solo quando la temperatura è mite e c’è il sole, chi invece ama giocare con le buche d’acqua sotto la pioggia e chi anche si sente ispirato e invincibile correndo contro vento.

Il dialogo con se stessi è uno dei segreti principali: mano a mano che pratichi, che cammini, che aumenta la velocità della tua corsa, cresce in te una maggiore consapevolezza e una certa confidenza con lo sforzo, la fatica fino a trovare quei mantra, quelle frasi, quei ritornelli di canzoni a te care, che automaticamente ti girano in testa e ti permettono di dilatare il tempo, godere della tua corsa e guadagnare in tranquillità e salute.

Marcia per la salute
Pic by Annie Spratt

Ed il bello viene poi nel momento in cui queste passeggiate, il tuo jogging o la seduta di corsa le pratichi in compagnia: coinvolgendo un tuo collega, una tua vecchia amica del cuore e perché no, tua sorella ed insieme scoprirai l’aiuto reciproco, la condivisione sia della gioia di muoversi e correre, che la fatica nell’affrontare magari una salita che, come spesso accade, diventa la classica sfida da Gran Premio della Montagna!

Eroica15-18 oltre che alle grandi sfide sulla Maratona e la Maratonina, accoglie nel suo Viaggio lungo un anno altre manifestazioni sportive che hanno fatto dello spirito decoubertiano il loro fondamento. La Marcia per la Salute, organizzata dall’Associazione sportiva Madruck, che si svolgerà il prossimo 15 ottobre a Cappella Maggiore, è una bellissima occasione per stare insieme a tantissima gente, percorrere le stradine delle campagne e colline trevigiane e condividere esperienze, emozioni, qualche chilometro e tanta Vita.

Lo scopo è quello di sensibilizzare le persone allo svolgimento dell’attività fisica come divertimento e come mezzo di prevenzione delle malattie croniche, e promuovere uno stile di vita sano.

E’ un’ottima occasione per stare insieme tra famiglie con i bambini e amanti dello sport e incontrarsi per trascorrere una piacevole domenica all’aria aperta nel rispetto della natura e dell’ambiente: NOI CI SIAMO, E TU?

La Marcia per la Salute è anche Marcia contro la Violenza sulle Donne e sostiene il CAV centro Anti Violenza. Lo stesso percorso della Marcia per la salute sarà motivo e occasione per sostenere la Lotta contro tutte le violenze sulleMarcia per la Salute 2017 Donne. Per tutte le informazioni clicca direttamente al link sulla Marcia per la Salute.

Corri, con noi, VIVIAMOLA INSIEME!

Ti aspettiamo il 15 ottobre ad Anzano di Cappella Maggiore presso l’Area 1° Maggio.

Rimani aggiornato sulla Corsa, le News di Eroica15-18, i prossimi appuntamenti: ISCRIVITI alla nostra Newsletter direttamente al link qui sotto:

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]

Cento anni dalla Vittoria

Cento anni dopo, a Vittorio Veneto si corre ancora per la Vittoria.

Sulle terre in cui si combattè la Battaglia che concluse la Prima Guerra Mondiale rendendo Vittorio Veneto simbolo universale di vittoria, pace e libertà, nel ricordo di quel centenario, si vivrà Eroica 15-18.

Un’annata di corse, di eventi sportivi legati a filo doppio alla memoria di quei tragici eventi con i quali è cambiata la storia del mondo moderno.

vittorio-veneto_18-marzo-2018_Eroica15-18_eroica15-18-Marathon_eventi-sportivi_vittoria
Vittorio Veneto

Già da qualche anno, quattro società di atletica leggera di Vittorio Veneto, vincendo antiche e sane rivalità sportive, si sono messe assieme per organizzare la Maratonina della Vittoria, di cui il 18 marzo 2018 si disputerà la quinta edizione.
Nell’ottica di quella avviata collaborazione, nell’anno del Centenario della conclusione della Grande Guerra che catalizzerà l’attenzione del mondo su Vittorio Veneto, si è allestito un programma più ricco, più intenso di appuntamenti sportivi, di cui la mezza maratona è soltanto uno degli eventi.

Vittorio Veneto : un evento unico che non sarà mai più ripetuto e anche per questo storico.

Prima e dopo quella data, una serie di altri appuntamenti sportivi, per atleti di ogni età e capacità, tutti da scoprire.

 

Alessandro Toffoli

 

Registrati alla nostra Newsletter per restare aggiornato su tutti gli eventi e le news di Eroica15-18!

[contact-form-7 id=”2895″ title=”Newsletter”]